Italia, sale premio rischio credito banche, imprese - Bankitalia

venerdì 15 luglio 2011 15:02
 

ROMA, 15 luglio (Reuters) - L'aumento delle tensioni sui titoli del debito sovrano di alcuni Paesi dell'area euro Euro si è riflessa in un aumento del premio al rischio su banche e imprese. Lo si legge nel Bollettino economico della Banca d'Italia.

"Nel secondo trimestre i differenziali di rendimento tra le obbligazioni emesse da società non finanziarie con elevato merito di credito e i titoli di Stato di riferimento dell'area dell'euro sono cresciuti di 6 punti base sia per le imprese italiane, sia per quelle degli altri principali Paesi dell'area (Germania, Francia e Spagna)", si legge nel Bollettino.

"I premi sui credit default swap (Cds) relativi alle banche italiane sono saliti di 32 punti base, mantenendosi lievemente al di sotto dei valori medi delle banche degli altri principali paesi dell'area; alla fine di giugno hanno risentito della decisione di Moody's in merito alle banche italiane", osserva la Banca d'Italia.

La situazione si è acuita in queste ultime due settimane di luglio. "Nei primi tredici giorni di luglio gli spread obbligazionari delle società non finanziarie italiane sono aumentati di 25 punti base (5 punti base per le imprese degli altri principali paesi dell'area). I premi sui Cds relativi alle banche italiane hanno segnato un rialzo più marcato (74 punti base, contro 29 per le banche degli altri principali Paesi dell'area). L'aumento ha riflesso l'intensificarsi delle tensioni sui titoli di Stato italiani", ha detto Bankitalia.