PUNTO 2 - Manovra sale a 47,972 mld dopo Senato, 60% da entrate

giovedì 14 luglio 2011 15:40
 

(Riscrive e aggiunge dettagli su struttura manovra)

ROMA, 14 luglio (Reuters) - Vale 47,9 miliardi circa la manovra correttiva al 2014 dopo gli emendamenti introdotti in Senato e il 60% del totale deriva da maggiori entrate.

Lo si desume da una tabella sugli effetti finanziari delle modifiche stilata dalla Ragioneria generale dello Stato.

Nella versione del decreto legge licenziata in Consiglio dei ministri la manovra prevedeva una correzione da 25,364 miliardi, a cui si sarebbe dovuta sommare la riduzione del deficit attesa dalla delega sulla riforma fiscale e assistenziale. Il Senato ha incluso questi effetti nel decreto attraverso la cosiddetta clausola di salvaguardia, che prevede tagli automatici alle agevolazioni dal 2013 in caso di mancata attuazione della delega. La commissione Bilancio del Senato ha poi approvato altre modifiche che hanno rafforzato la manovra lungo tutti i quattro anni al 2014.

Il documento della Ragioneria spiega che gli emendamenti del Senato riducono il deficit di ulteriori 22,608 miliardi al 2014, quindi il totale della manovra sale a 47,972 miliardi.

La tabella mostra che dopo il passaggio in Senato la manovra riduce il deficit di 2,108 miliardi nel 2011, di 5,578 nel 2012 e di 24,407 miliardi nel 2013.

Le modifiche del Senato producono miglioramenti del saldo pari a 2,103 miliardi nel 2011, a 5,426 nel 2012, a 6,529 nel 2013.

  Continua...