Italia, Moody's guarderà a manovra finale, chance di attuazione

venerdì 8 luglio 2011 18:10
 

MILANO, 8 giugno (Reuters) - Nell'esaminare il rating sul debito italiano valutando un possibile taglio, Moody's guarderà alle misure di bilancio che emergeranno dall'iter parlamentare della manovra e alla situazione politica del paese, oltre a fattori esogeni come la situazione dei mercati del debito.

Lo dice a Reuters l'analista dell'agenzia per l'Italia, Alexander Kockerbeck, commentando stringatamente le misure di rigore sui conti contenute in un decreto che dovrà passare al vaglio del Parlamento per la conversione in legge.

"Durante il nostro periodo di riesame vogliamo vedere quali misure di bilancio verranno approvate e guarderemo anche alla situazione generale dei mercati dei capitali, con riferimento a eventuali sviluppi della crisi greca," dice l'analista.

Importante, oltre al contenuto stesso del provvedimento e a fattori esterni, sarà il giudizio sulla probabilità che il governo riesca ad attuare le misure.

"Guarderemo alla situazione politica dell'Italia per indicazioni sul fatto che ci possa o meno attendere che il governo attui le misure in questione nel corso dei prossimi anni".

Moody's il mese scorso ha messo sotto esame il rating italiano per un possibile downgrade in parte in conseguenza dell'impatto su un paese con un debito elevato come l'Italia della crisi del debito europea.

Le incertezze sulla situazione politica italiana e le paure di contagio della crisi greca hanno fortemente depresso oggi Piazza Affari e spinto il premio di rendimento del Btp decennale sul Bund a un nuovo record dall'introduzione dell'euro.

(Valentina Za)