Libia, ruolo Napolitano mai messo in discussione - Bonaiuti

giovedì 7 luglio 2011 15:41
 

ROMA, 7 luglio (Reuters) - La decisione di intervenire nelle operazioni militari in Libia è stata presa congiuntamente da tutte le istituzioni italiane e il ruolo del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che è anche capo delle forze armate, non è in discussione.

Lo scrive in una nota Paolo Bonaiuti, portavoce del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dopo che stamani il premier ha dichiarato di essere sempre stato contrario all'attacco militare ma di aver ceduto a Napolitano e al parlamento.

"La decisione sull'operazione per la protezione dei civili in Libia è scaturita nell'ambito della dialettica tra vertici istituzionali. Tale decisione, quindi, impegna tutti quanti e, in primo luogo, il Consiglio dei Ministri e il Presidente del Consiglio", scrive Bonaiuti.

La libera espressione delle posizioni, comunque, non ha mai messo e non mette minimamente in discussione il ruolo istituzionale del Capo dello Stato", conclude.