Autostrade, no a norma manovra, disponibili ad accordo - Aiscat

giovedì 7 luglio 2011 11:36
 

ROMA, 7 luglio (Reuters) - Le concessionaria autostradali rifiutano la norma in manovra che prevede che i beni in concessione, come quelli delle concessionarie autostradali, debbano essere ammortizzati in 100 anni, un periodo molto più lungo della durata media delle concessioni.

Lo ha detto, con una intervento dai toni molto duri, Fabrizio Palenzona, presidente Aiscat, nel suo intervento all'assemblea annuale dell'associazione.

"Questa norma sull'1% deve essere cancellata perché distrugge lo sviluppo dell'Italia", ha detto Palenzona.

Il presidente dell'Aiscati ha poi aggiunto: "Mi vuoi chiedere i 350 milioni che ci si aspetta dalla manovra? Ci sediamo e li troviamo, ma senza sfasciare un sistema, cimpegniamo a trovare i soldi ma senza annientare iol futuro del Paese. Se si vuole ripubblicizzare il settore, il governo può farlo ma non ammazzando il sistema. Questo non vi sarà consentito finché restiamo in Europa: non si può fare, inizieraà un contenzioso che determinerà uno stop agli investimenti".

(Stefano Bernabei)