Manovra, da condono su liti fiscali pendenti 112,8 mln in 2011

martedì 5 luglio 2011 19:14
 

ROMA, 5 luglio (Reuters) - Il ministero dell'Economia si aspetta dal condono sulle liti fiscali di valore non superiore a 20.000 euro 112,8 milioni nel 2011, 77,6 nel 2012 e 103 milioni nel 2013.

La relazione tecnica alla manovra quantifica il maggior gettito della sanatoria, espresso in termini di cassa, partendo dal presupposto che le controversie interessate "sono circa 105.000, pari al 56% del totale, per un valore di circa 960 milioni di euro".

La manovra prevede che se il valore della lite è di importo fino a 2.000 euro il contribuente potrà chiudere la vertenza pagando 150 euro. In caso di valore superiore a 2.000 euro, si aprono tre possibilità. Il contribuente dovrà infatti pagare il 10% del valore della lite qualora a soccombere nell'ultima pronuncia sia stata l'amministrazione fiscale, il 50% qualora a soccombere sia stato il contribuente, il 30% qualora la lite penda ancora nel primo grado di giudizio.