Manovra, da aggancio pensioni a durata vita 4,1 mld in 2014-2021

martedì 5 luglio 2011 15:18
 

ROMA, 5 luglio (Reuters) - Agganciare i requisiti anagrafici e contributivi alle aspettative di vita per l'accesso alla pensione di uomini e donne dal 2014 consentirà allo Stato di raccogliere risparmi pari a 4,139 miliardi negli otto anni che terminano al 2021.

Lo si desume dalla bozza della relazione tecnica alla manovra correttiva.

Così la relazione tecnica quantifica i risparmi: 38 milioni nel 2014, 320 nel 2015, 421 nel 2016, 341 nel 2017, 730 nel 2018, 750 nel 2019, 764 nel 2020 e 775 nel 2021.

La stretta alla rivalutazione delle pensioni tra tre e cinque volte il minimo Inps genera 420 milioni nel 2012 e 680 milioni tra 2013 e 2014. La relazione fornisce l'impatto della misura "al netto degli effetti fiscali", dal momento che una parte della spesa in assegni pensionistici torna nella disponibilità dello Stato sotto forma di prelievo fiscale. Al lordo degli effetti la stretta produce 600 milioni nel 2012 e 1,09 miliardi sia nel 2013 che nel 2014.

(Giuseppe Fonte)