RPT - Germania, politici chiedono più sostegno banche su Grecia

venerdì 1 luglio 2011 18:24
 

BERLINO/FRANCOFORTE, 1 luglio (Reuters) - I politici tedeschi hanno bollato come "simbolico" l'impegno delle banche tedesche di contribuire al nuovo pacchetto di salvataggio per la Grecia per 3,2 miliardi di euro, aggiungendo che la promessa di un ruolo sostanziale per il settore privato è stata disattesa.

Frank Schaeffler - membro dei liberal-democratici (Fdp), uno dei partiti della maggioranza - ha detto a Reuters che "il settore finanziario ha prevalso ancora una volta e, in realtà, questo è un placebo".

"E' puramente simbolico", ha aggiunto.

Ieri banche e assicurazioni tedesche si sono accordate per rinnovare le loro posizioni in debito greco che andranno a scadenza entro il 2014. In totale si tratta di un'operazione per 3,2 miliardi di euro, ma questo ammontare include 1,2 mld di euro detenuti dalle due bad bank tedesche che sono in mano pubblica: FMS Wertmanagement [FMSWA.UL] e EAA [ERSAB.UL].

I politici della zona euro si erano posti come obiettivo una partecipazione dei creditori privati al sostegno della Grecia intorno ai 30 miliardi di euro, dal momento che il nuovo pacchetto per Atene dovrebbe aggirarsi, tutto compreso, intorno ai 110 miliardi di euro.

Anche se il Parlamento tedesco non può mettere il veto sul pacchetto, i parlamentari dovranno votare in autunno per dare il via libera al nuovo meccanismo di salvataggio per la zona euro e potrebbero rifiutarsi di cooperare con il governo se sentissero che le loro richieste sul contributo con i creditori privati non fossero ascoltate.