Manovra, salta tassa 35% trading, addizionale per banche - fonti

venerdì 1 luglio 2011 15:52
 

ROMA, 1° luglio (Reuters) - La tassazione separata al 35% sul utili da trading delle banche si avvia ad uscire dalla manovra assieme, probabilmente, all'imposta sulle transazioni finanziarie pari all'1,5 per mille.

Lo riferiscono due fonti ministeriali spiegando che il ministero dell'Economia è orientato a introdurre in sostituzione "un'imposta addizionale sulle compravendite finanziarie".

Non è chiaro quale sia l'aliquota dell'addizionale né se questa gravi sugli utili o se vada ad aumentare l'incidenza di Ires e Irap.

"Sono in corso riunioni tecniche. Entrambe le misure dovrebbero essere stralciate. Il gettito sarà comunque recuperato all'interno del comparto finanziario", spiega una delle fonti.

La seconda fonte aggiunge che il ministero dell'Economia conta di definire l'intero articolato entro il fine settimana, in modo da arrivare alla firma del Capo dello Stato e alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale lunedì o al massimo martedì.

Il Parlamento dovrebbe poi convertire in legge la manovra entro il 5 di agosto, ultimo giorno programmato di attività prima delle vacanze estive.

(Giuseppe Fonte e Paolo Biondi)