Btp prosegue rimbalzo, spread a 182, permane incertezza Grecia

venerdì 1 luglio 2011 12:37
 

 MILANO, 1 luglio (Reuters) - Prezzi dei Btp in rialzo per la
terza seduta consecutiva, caratterizzata da volumi sottili, con
lo spread su Germania che si mantiene sotto i 190 punti base,
complice un Bund poco mosso.
 "C'è stata una schiarita sulla Grecia: il default a breve
termine sembra ormai scongiurato e il mercato si è orientato
verso una minore avversione al rischio" osserva un dealer di uno
dei maggiori istituti di credito italiani.
 "Prosegue il rimbalzo di ieri, anche se i volumi rimangono
sottili" osserva un secondo dealer da Milano.
 A fine mattinata il differenziale di rendimento tra
decennale italiano e quello tedesco su piattaforma Tradeweb
IT10DE10=TWEB si attesta a 182 punti base, in lieve calo
rispetto alla chiusura di ieri pomeriggio, e ben lontano dal
livello record di 223 punti base raggiunto in apertura di
settimana.    
 Sulla curva del Btp, è il titolo a cinque anni a registrare
la perfomance migliore.
 "Il cinque anni è stato il titolo più penalizzato nei giorni
difficili di inizio settimana e adesso sta recuperando un po'"
commenta il dealer milanese.
 Dopo il via libera parlamentare da parte di Atene ai
provvedimenti di austerity, che consentiranno al Paese di
ricevere da Ue e Fmi la quinta tranche del prestito approvato lo
scorso anno, i riflettori si sono spostati sul piano di rollover
del debito greco. 
 Oggi Corrado Passera, AD di Intesa Sanpaolo, ha assicurato
che l'istituto farà la sua parte e ha espresso un giudizio
positivo sul cosiddetto 'schema francese'.
 "E' un compromesso tutto sommato accettabile che dovrebbe
permettere di evitare il default della Grecia e salvare le
banche" osserva il primo dealer.
 Secondo gli operatori la questione greca sembra destinata a
condizionare l'andamento dei titoli dei paesi periferici per
buona parte dell'estate.    
 "Questa settimana c'è stata una schiarita, ma finchè non
verrà trovata una soluzione definitiva, l'incubo di un default
di Atene continuerà a pesare come un macigno" commenta il dealer
milanese.
 L'evoluzione della crisi debitoria della Grecia, dunque,
continuerà a dare la direzione al mercato nelle prossime
settimane, mentre tutto il resto, dati macroeconomici e
provvedimenti finanziari del governo compresi, sono destinati a
passare in secondo piano.
 "In una situazione di maggiore tranquillità l'annuncio di
una manovra come quella approvata ieri in Consiglio dei Ministri
avrebbe avuto un effetto più netto sullo spread, incoraggiando
un restringimento più deciso, cosa che invece non si è vista"
conclude il dealer milanese.     
 ==========================12,15 ==========================
                                PREZZI   VAR.  RENDIMENTO
FUTURES BUND SETTEMBRE FGBLU1    125,41   (-0,07)
FUTURES BTP  SETTEMBRE FBTPU1    108,10   (+0,32)
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,17   (+0,29)   3,009%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT    99,70   (+0,40)   4,844%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    91,98   (+0,47)   5,635%
============================ SPREAD (PB) =====================
                                          ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        17                18
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       139               150
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       181               186
- livelli minimi/massimi           180,0-183,8       183,1-194,3
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      181,9             186,3
 - livelli minimo/massimo       181,1-184,2       184,8-194,9
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       188               189
BTP 2/10 ANNI                         183,5             172,1
BTP 10/30 ANNI                         79,1              77,8
  =============================================================