27 giugno 2011 / 16:33 / tra 6 anni

PUNTO 1-Grecia, nuovi bond con cedola base 5,5% in piano Francia

(riscrive aggiungendo dettagli da fonti francesi e fonte Tesoro Italia)

PARIGI/FRANCOFORTE, 27 giugno (Reuters) - La Francia ha indicato una soluzione radicale per il rollover dei titoli di Stato ellenici nei portafogli delle banche private, suggerendo un rinnovo dei bond per 30 anni che sarebbe applicato solo a una parte dei titoli in circolazione.

Secondo fonti del governo francese le banche rinnoverebbero il 70% dei titoli greci in portafoglio e in scadenza tra il 2011 e il 2014, ottendendo invece, il rimborso dei bond restanti. Dell‘importo rinnovato, una parte verrebbe convertita in nuovi titoli a 30 anni e una parte in titoli zero-coupon con cedola differita.

I nuovi titoli sarebbero posti in uno Special purpose vehicle (Spv), rimuovendo il debito greco dai bilanci delle banche che parteciperebbero al rollover, dicono fonti francesi.

Secondo fonti delle banche, i nuovi titoli potrebbero essere assistiti dalla garanzia del fondo di salvataggio europeo (Efsf) o dalla Banca europea per gli investimenti (Bei).

Quest‘ultimo elemento è, però, controverso, perchè, una fonte del governo francese ha detto che si tratterebbe di “una sorta di Brady bond privati, senza garanzia pubblica”, riferendosi allo swap effettuato nel 1989 di titoli di debito dei paesi latino americani in altre obbligazioni, alcune delle quali assistite da garanzia.

I nuovi titoli di Stato greci trentennali pagherebbero una cedola 5,5% maggiorata con un premio annuale fino al 2,5% a seconda dell‘andamento del Pil greco.

La garanzia Bei o dell‘European Financial Stability Facility sarebbe una proposta avanzata dalle banche francesi il cui obiettivo è di raggiungere la tripla A di rating sul credito, aggiungono le fonti.

Le banche tedesche, le più esposte al debito greco (fino a 20 miliardi di euro) insieme a quelle francesi, stanno studiando varie ipotesi per il rollover, tra cui quella francese, hanno aggiunto le fonti.

In un‘intervista a Reuters Insider tv Josef Ackerman, capo di Deutsche Bank, ha detto che la proposta francese è solo una delle possibili soluzioni in discussione.

Stamani il presidente francese Nicholas Sarkozy aveva annunciato che il ministero delle Finanze e gli istituti di credito francesi avevano trovato un compromesso sul piano per rinnovare i titoli greci in scadenza.

Il piano, che sarà discusso dai ministri finanziari dell‘Unione europea, coprirebbe i titoli greci in scadenza tra il 2011 e il 2014, e il ‘veicolo speciale’ potrebbe essere messo a punto a livello nazionale o europeo. La proposta francese sarebbe stata discussa oggi anche nella riunione organizzata a Roma da Vittorio Grilli, direttore generale del Tesoro, in qualità di presidente del Comitato economico e finanziario europeo. Alla riunione, secondo una fonte del tesoro italiano, avrebbero partecipato più di una ventina di banche internazionali. La Commissione Ue ha informato che anche funzionari Ue erano coinvolti, come pure rappresentanti dell‘Istitute of International Finance. [ID:nLDE75Q0MX]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below