Btp migliora dopo accordo Grecia, pressioni su commenti Gonzales

venerdì 24 giugno 2011 12:27
 

 MILANO, 23 giugno (Reuters) - Btp in recupero oggi, dopo che
la Grecia ha superato ieri sera un altro ostacolo sulla strada
verso l'ottenimento della tranche da 12 mld da Ue e Fmi che la
salverebbe dal default a breve termine. 
 A metà seduta si sono viste alcune pressioni dopo le
dichiarzioni di un esponente della Bce sul fatto che la crisi è
ancora lontana dall'essere terminata. 
 "Il problema è che gli scambi sono così sottili che basta un
nulla per esagerare i movimenti" dice un dealer.
 Ieri gli ispettori di Ue e Fmi hanno approvato il nuovo
pacchetto di misure di austerità preparato dal nuovo ministro
delle finanze greco Evangelos Venizelos con nuove misure fiscali
e tagli alle spese. Tale programma dovrà ora passare al vaglio
del parlamento greco che lo dovrà approvare entro il 30 giugno,
prima della riunione strordinaria europea del 3 luglio.
 Nonostante ciò i dealer dicono che gli scambi sono ancora
molto cauti per via dei dubbi circa la capacità del parlamento a
varare il pacchetto di austerità: il partito di opposizione
infatti è ancora decisamente contrario alle misure adottate e
addirittura chiede ancora un taglio alle tasse. 
 "Nulla è ancora certo. Ma il passo avanti di ieri sera ha
rasserenzato il mercato stamane, sebbene gli scambi continuino
ad essere molto sottili esasperando così i movimenti" dice un
dealer. 
  Il differenziale tra decennale tedesco e italiano, su
piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB, che nel corsa
della mattinata era sceso fino a 200 pb a metà seduta quota 206
pb, dopo che ieri sera era volato fino a 208 pb, il livello più
alto dopo il 217,8 pb registrato il primo dicembre 2010. 
 A dare pressioni a metà seduta sono state le dichiarazioni
di Jose Manuel Gonzalez-Paramo del board della Bce che ha detto
che la crisi è ancora lungi dall'essere finita. 
 A dare un certo sostegno al mercato in mattinata è stato
anche il buon dato dell'Ifo tedesco staamne, risultato a giugno
appena sopra il livello di maggior, ma decisamente migliore
delle attese. 
 Il Tesoro italiano ha annunciato ieri sera l'ammontare delle
aste a medio lungo in agenda martedì per un range complessivo
tra 5 e 8 miliardi. 
 La sorpresa è arrivata soprattutto per il quantitativo
offerto per il triennale, soli 1,75-2,75 miliardi, decisamente
inferiore alla media. Nel piano di funding trimestrale, reso
noto ieri, il Tesoro per altro ha annunciato che già a luglio
verrà emesso un nuovo Btp triennale. 
 Più consistente delle attese è incece l'ammontare offerto
per i due titoli indicizzati: 0,75-1,25 miliardi di CCTeu 2018 e
0,5-1,0 miliardi di CCTeu 2015. 
 
 ============================ 12,20 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND SETTEMBRE FGBLU1    127,04   (-0,15)          
FUTURES BTP  SETTEMBRE FBTPU1    107,42   (+0,08)          
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     97,84   (-0,03)     3,182%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT    99,15   (+0,08)     4,915%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    91,19   (-0,08)     5,695%
 
============================ SPREAD (PB) ======================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        -6                 -7 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       180                180 
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       205                207 
- livelli minimi/massimi           199,2-206,4      197,0-207,9
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      206                208 
- livelli minimo/massimo           200,6-206,5      198,0-208,1
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       212                214  
BTP 2/10 ANNI                         173,3              175,3
BTP 10/30 ANNI                         78,0               77,2
===============================================================