Fisco, governo non vuole costruire riforma su aumento Iva-Romani

giovedì 23 giugno 2011 12:02
 

ROMA, 23 giugno (Reuters) - Il governo non vuole costruire la riforma fiscale promuovendo uno scambio tra la riduzione del prelievo sull'Irpef e un aumento delle aliquote Iva.

Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, confermando quanto riferito ieri a Reuters da una fonte governativa.

"Comprendo le vostre preoccupazioni sulla riforma fiscale. Superata l'emergenza occorre accelerare sulla via dello sviluppo e per questo vi assicuro che non è assolutamente intenzione del governo costruire la riforma su un incremento dell'Iva", ha detto Romani all'assemblea di Confcommercio spiegando di parlare a nome del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Poco prima, aveva preso la parola il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, manifestando la contrarietà degli associati all'ipotesi di riforma finora delineata dal ministero dell'Economia.

Sangalli ha citato uno studio di Confcommercio per il quale uno spostamento di gettito da Irpef ad Iva per circa un punto di Pil "determinerebbe una riduzione dei consumi intorno all'1% ed una riduzione del prodotto interno lordo di oltre lo 0,6%".

(Alberto Sisto e Giuseppe Fonte)