Btp in calo, spread torna sopra 190 pb su incertezze Grecia

mercoledì 22 giugno 2011 12:43
 

 MILANO, 22 giugno (Reuters) - Btp in calo, dopo due sedute
di recupero, nonostante il voto di fiducia ottenuto ieri sera
dal governo greco in parlamanto.
 Ad appesantire il quadro anche le ultime dichiarazioni del
cancelliere tedesco Angela Merkel secondo cui nessuna decisione
concreta sulla Grecia sarà presa nel riunione del Consiglio
europeo di domani e dopodomani.
 La Merkel, in un'audizione parlamentare, ha ribadito di
volere un contributo sostanziale del settore privato al bail out
greco, ma ammette che tale ipotesi viene al momento sostenuta
solo da pochi paesi.
 D'altra parte un portavoce del governo francese parla di una
possibile decisione sulla Grecia nell'imminente vertice europeo.
 "A parte la volontà comune di evitare un default, su tutto
il resto l'Europa sembra mostrare ancora tutte le incertezze e
divisioni delle ultime settimane" spiega un trader milanese.
"L'Italia storna, la giornata è abbastanza pesante su tutta la
periferia, i flussi sono talmente sottili che basta poco per
indirizzare il mercato, anche se al momento non vedo panico".
 È stato d'altra parte contenuto il sollievo che la fiducia
al governo Papandreou ha portato sul debito periferico: martedì
prossimo è infatti in calendario il voto parlamentare -
decisamente più incerto - sul nuovo pacchetto di misure di
austerità che l'Europa considera una precondizione per sbloccare
la prossima trache di aiuti alla Grecia e varare un secondo
piano di bailout.
 "Il voto è chiaramente positivo, ma abbiamo solo superato
uno dei tanti ostacoli" speiga lo strategist di Rabobank Richard
McGuire.
 D'altra parte, restano i dubbi sulla reale capacità di Atene
di relizzare concretamente le riforme, a fronte anche di una
protesta sociale che non accenna a placarsi.
 "Non è finita; la questione è cosa succederà se - anzi,
probabilmente, quando - la Grecia si troverà ad aver fallito gli
obiettivi nel corso dell'anno. Il contagio è un animale che si
muove velocemente" spiega un trader da Londra.
 A fronte di un Bund in rialzo, nonostante l'asta odierna di
decennali, lo spread Italia-Germania torna a sorpassare i 190
punti base. A fine mattinata il differenziale sul decennale, su
piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB, si colloca in
area 192-193 punti base contro i 184 di ieri in chiusura.
 "Oggi si nota un lieve flattening della curva, il breve è
sotto pressione su tutta la periferia" aggiunge il trader
milanese. "Ci sono due livelli importanti da tenere d'occhio, il
5% di rendimento del Btp decennale e i 200 punti base sullo
spread: venissero rotti, potrebbero scattare molti 'stop loss'
che peserebbero ulteriormente sul debito italiano".
 
 ASTA BUND, CALA RENDIMENTO DECENNALE
 Intanto rendimenti in calo, sotto il 3%, nell'asta di Bund
decennali di questa mattina, in cui la Germania ha collocato
poco più di 3,4 miliardi di titoli, su un'offerta indicativa di
4 miliardi. 
 Il rendimento è sceso al 2,96% dal precedente 3,04%, mentre
è rimasto sostanzialmente stabile la copertura, con un
bid-to-cover a 1,6 da 1,7.
 Ieri sera invece il Tesoro italiano ha comunicato che
nell'asta a medio-lungo termine di martedì prossimo verranno
offerti ben quattro titoli: oltre ai Btp a tre e dieci anni, la
quinta tranche del Ccteu 2018 e l'unidicesima del Ccteu 2015.
 Domani sera a mercati chiusi la comunicazione sugli importi:
secondo Chiara Cremonesi di Unicredit il Tesoro offrirà
complessivamente tra i 6 e i 6,5 miliardi dei due Btp e 1,5-2
miliardi dei due Ccteu.
 Contestualmente il Tesoro ha cancellato l'asta di
indicizzati di questo venerdì, alla luce della recente emissione
del nuovo Btpei 2026 tramite sindacato.
 Oggi a mercati chiusi sarà invece la volta degli annunci
sulle aste a breve di lunedì 27, in cui è attesa la riapertura
del Bot semestrale e del Ctz: gli importi stimati - sempre da
Unicredit - sono rispettivamente di 9 e 2-2,5 miliardi di euro.
 
============================ 12,30 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND SETTEMBRE FGBLU1    126,19   (+0,30)          
FUTURES BTP  SETTEMBRE FBTPU1    107,90   (-0,32)          
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=RR*    98,07   (-0,03)     3,054%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT    99,57   (-0,43)     4,860%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    91,49   (-0,59)     5,672%
 
* Da schermi Reuters in assenza scambi su Mts
============================ SPREAD (PB) ======================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5         3                 -3 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       155                144 
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       191                184 
- livelli minimi/massimi           183,1-192,8      182,7-188,4
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      192                184 
- livelli minimo/massimo           184,4-193,6      184,0-188,5
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       200                195  
BTP 2/10 ANNI                          --                185,1
BTP 10/30 ANNI                         81,2               82,0
===============================================================