Governo, Berlusconi ribadisce: nessun dissidio con Tremonti

mercoledì 22 giugno 2011 12:18
 

ROMA, 22 giugno (Reuters) - Non c'è nessun dissidio all'interno del governo rispetto alla linea del ministro dell'Economia, Giulio Tremonti.

Lo ha ribadito anche oggi il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel suo intervento alla Camera, dopo che anche ieri alcune indiscrezioni stampa avevano parlato di contrasti fra il premier e Tremonti, stavolta sulla successione di Mario Draghi alla guida di Bankitalia. "Assisto a un dibattito surreale sui giornali anche oggi su dissidi nel governo fra chi vorrebbe fare le riforme aumentando il deficit e il solo mimistro dell'Economia a volere la linea del rigore, è una rappresentazione grottesca", ha detto Berlusconi leggendo il testo dell'intervento pronunciato alla Camera nell'ambito della verifica parlamentare.

Ieri, indiscrezioni stampa parlavano di un contrasto fra Berlusconi e Tremonti sulla figura più adatta a succedere a Draghi come governatore di Bankitalia, data la prossima nomina dell'ex direttore generale del Tesoro a capo della Bce.

Tremonti caldeggerebbe l'attuale direttore generale Vittorio Grilli mentre Berlusconi sarebbe più favorevole a un candidato interno a Bankitalia come Fabrizio Saccomanni.

In una nota, ieri Palazzo Chigi precisava: "Non c'è stata alcuna discussione oggi fra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, contrariamente a quanto asseriscono voci prive di fondamento nell'ambiente giornalistico".

"Tra il presidente del Consiglio e il Ministro dell'Economia c'è una identità piena di vedute anche sull'indicazione del futuro governatore della Banca d'Italia", concludeva la nota.