Grecia,da summit no decisioni,no a colpire detentori bond-Merkel

mercoledì 22 giugno 2011 12:34
 

BERLINO, 22 giugno (Reuters) - Il cancelliere tedesco, Angela Merkel, ritiene che il vertice Ue non produrrà alcuna decisione concreta sulla Grecia e valuta il sì al voto di fiducia del Parlamento greco al nuovo governo "un passo importante, ma Atene deve spingere verso il pacchetto di austerità".

La Merkel ha poi respinto le richieste di alcuni politici tedeschi intenzionati a colpire i detentori privati dei bond greci in maniera più forte, sottolineando che forzarli a registrare delle perdite potrebbe produrre un contagio in Europa e oltre difficile da controllare.

Parlando alla commissione affari europei al Parlamento, Merkel ha detto che imporre il cosiddetto "haicut" sui creditori privati della Grecia spingerebbe, verso l'Efsf (meccanismo di salvataggio) altri Paesi ora invece in grado di risolvere i loro problemi da soli.

"Avremo una situazione in cui altri Paesi, ma non la Germania, non saranno in grado di ricapitalizzare le loro banche senza diventare l'obiettivo dei mercati e scatterebbe il contagio in Europa del quale io non voglio essere responsabile", ha detto.