Grecia, nuovo governo Papandreu ottiene voto di fiducia

mercoledì 22 giugno 2011 09:01
 

ATENE, 22 giugno (Reuters) - Il governo greco oggi potrà approvare il suo nuovo pacchetto di austerità dopo essere sopravvissuto al un voto di fiducia ieri notte, superando il primo ostacolo nella lotta per ottenere il pacchetto aiuti internazionali e scongiurare il default, prima volta nella zona dell'euro debito sovrano.

Il nuovo governo del premier George Papandreou punta a ottenere l'approvazione del parlamento per un pacchetto di tagli alle spese, aumenti fiscali e vendite di asset pubblici entro il giugno 28 per poi far passare le leggi di attuazione necessarie entro le prossime due settimane ed evitare di perdere 12 miliardi di euro di aiuti, che significherebbe cadere quindi in bancarotta.

Senza i prestiti, Atene sarà a corto di denaro il prossimo mese e i politici temono che il default scateni onde d'urto in tutto il sistema finanziario globale.

L'euro è salito EUR= nella speranza che la minaccia immediata di caos di mercato possa essere evitata, ma il rialzo è stato di breve durata, con i dealer che citano le preoccupazioni circa l'attuazione delle dure misure di austerità in una nazione ferita dalla peggiore recessione in 37 anni e circa la capacità della Grecia di ridurre i propri debiti, senza una qualche forma di ristrutturazione.

"La reazione della gente sarà fondamentale. Se domani vediamo auto in fiamme e proteste, allora tutto questo successo rischia di essere buttato dalla finestra" dice William Larkin di Cabot Money Gestione a Salem, nel Massachusetts.

Parlando poche ore dopo il voto, Mohamed El-Erian, capo della Pimco, maggior fondo obbligazionario del mondo, ha detto di aspettarsi che la Grecia finirà comunque con un default del suo debito.

Papandreou è riuscito a soffocare il dissenso all'interno del suo partito la scorsa settimana, sostituendo figure di governo impopolari e martellando ripetutamente il messaggio di ciò che era in gioco. "Se abbiamo paura, se vogliamo buttare via questa opportunità, allora la storia ci giudicherà molto duramente", ha detto Papandreou in un appello finale per il supporto prima del voto di fiducia.

Tutti i deputati del partito socialista di Papandreou hanno votato solidamente con il governo, porgendogli una vittoria con 155 voti a 143, con due astensioni, mentre migliaia di manifestanti hanno assediato l'edificio del parlamento, gridando insulti ai politici e facendo splendere centinaia di luci laser verdi verso l'edificio e la polizia greca.

Dopo che già non è riuscita a raggiungere gli obiettivi concordati per il primo pacchetto di salvataggio, Atene ha bisogno delle riforme per continuare a ricevere i fondi e ottenere un secondo piano di salvataggio per un valore di circa 120 miliardi di euro.   Continua...