Btp migliora da ieri,spread stringe,molta cautela per Grecia

martedì 21 giugno 2011 13:35
 

 MILANO, 21 giugno (Reuters) - Il mercato obbligazionario
stamane riduce le punte peggiori del pessimismo di ieri, sebbene
resti molto cauto e col fiato sospeso per quanto verrà deciso in
Grecia e riguardo alla Grecia. 
 Ciò si traduce in una tiepida uscita dai bund-rifugio da un
altrettato debole entrata su asset più rischiosi come periferici
o borse, ma tutto tra scambi piuttosto contenuti ed estremamente
cauti.
 Il differenziale di interesse tra Btp e bund a 10 anni, che
ieri si era allargato fino a 197,6 punti base sulla decisione di
Moody's di mettere il rating dell'Italia sotto review, oggi è su
un relativamente più tranquillo livello di 187 punti base in
restringimento dai 190 pb su cui si era già richiuso ieri sera
in chiusura. La scorsa settimana aveva toccato un massimo
dall'11 gennaio scorso a 204 punti base. 
 Stamane Fitch ha detto che non ci sono in vista revisioni
del suo rating o dell'outlook sull'Italia e che attende la
manovra. 
 RIFLETTORI STEP BY STEP SU GRECIA 
 Ogni decisione in Grecia o sulla Grecia, ognuna inanellata
con l'altra, viene vista come fattore chiave per capire come si
svilupperà il futuro del debito nella zona euro.
 Stasera è atteso il voto di fiducia del Parlamento greco al
nuovo governo di Papandreou, primo passo indispensabile per
poter poi presentare il nuovo pacchetto di severe misure a fine
mese e, solo in base al varo di tale pacchetto, ottenere da Ue e
Fmi la quinta tranche da 12 miliardi, indispensabile a sua volta
per non dover dichiarare default, eventualià che se si
verificasse  scatenerebbe un effetto-domino su altri paesi.
 "Ci troviamo davanti a una serie di momenti chiave
concatenati che riguardano la Grecia, condizioni necessarie,
anche se probabilmente non sufficienti, per poter credere che il
default quanto meno non sarà imminente", dice uno strategist.
"Basta che salti uno di questi anelli della catena e salta
tutto. In questo caso non si può che stare alla finestra,
impossibilitati a fare alcunchè sul mercato", dice un dealer.
  Papandreou ha chiamato al Ministero delle Finanze una
figura di grande peso politico ma senza esperienza finanziaria
(era ministro della difesa) come Venizelos, spostando
Papaconstantinou al Ministero dell'Ambiente.
 
 DISCRETE ASTE IN GRECIA E SPAGNA, IPOTESI SU QUELLE ITALIANE
 Qualche elemento positivo sul mercato oggi si è visto, anche
se i dealer dicono che non sono certo le notizie che modificano
un trend pessimista del mercato. 
 La Grecia ha collocato titoli a 3 mesi a un rendimento del
4,62%, 5 pb in più rispetto all'asta prtecedente, ma comunque a
un livello più basso rispetto al 4,80% a cui il Portogallo la
scorsa settaimana ha collocato la stessa scadenza. 
 Anche la Spagna ha collocato oggi titoli a breve, a 3 e a 6
mesi, con un buon bid-to-cover e a rendimenti sostanzialmente
poco variati.
 Per l'Italia le aste sono ancora lontane, ma è atteso
l'annuncio stasera delle tipologie. Mente è dato per scontato
l'annuncio delle aste su Btp a 3a a 10 anni e su CCTeu a sette
anni, resta un punto di domanda sull'annuncio dei BTPei, visto
che questo mese il Tesoro italiano ha già collocato un linker
via sindacato da 3 miliardi.
 "Sarei propensa a pensare che cancelleranno quest'asta" dice
Chiara Cremonesi, strategist di Unicredit a Londra. "Unico
dubbio è legato al fatto che il Tesoro ha già cancellato l'asta
del Btp 15 anni a inizio mese e quindi sarebbe la seconda. Ma
del resto non ha grandi necessità di funding ora, visto che ha
già raccolto circa il 55% delle sue necessità e siamo solo a
giugno".
 Se invece il Tesoro decidesse ugualmente di emettere un
altro linker le ipotesi più numerose vanno sulla riapertura
BTPei 2016. L'asta cadrebbe su venerdì prossimo. Invece le aste
a medio-lungo sono in agenda martedì. 
 Domani il Tesoro annuncerà anche l'ammontare di Bot
semestrali e Ctz. Secondo stime di Unicredit, il Tesoro potrebbe
rinnovare i 9 miliardi in scadenza di Bot e offrire 2-2,5
miliardi di zero coupon.
     
============================ 13,15 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND SETTEMBRE FGBLU1    126,09   (-0,06)          
FUTURES BTP  SETTEMBRE FBTPU1    108,20   (+0,24)          
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,24   (+0,08)     2,954%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT    99,93   (+0,25)     4,814%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    92,17   (+0,34)     5,620%
============================ SPREAD (PB) ======================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        -3                 -1 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       148                151 
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       186                189 
- livelli minimi/massimi           183,1-188,4      189,4-197,0
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      187                190 
- livelli minimo/massimo           184,0-188,5      189,8-197,6
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       200                202  
BTP 2/10 ANNI                         186,0              184,9
BTP 10/30 ANNI                         80,6               80,0
===============================================================