Grecia, rollover anche volontario debito sarebbe default -Fitch

martedì 21 giugno 2011 10:07
 

* Anche 'exchange' su debito greco visto come default

* Usa in creditwatch se tetto debito non alzato entro 2/8

SINGAPORE, 21 giugno (Reuters) - Fitch Ratings ha avvertito oggi che considererebbe default un eventuale "rollover" volontario del debito greco nell'ambito di un nuovo pacchetto di aiuti per Atene. Con questo avvertimento, l'agenzia di rating mantiene alta la pressione sulle autorità europee che intendono mettere a punto un nuovo piano.

"L'essenza del problema ... è che la Grecia ha bisogno di nuovi fondi", ha detto Andrew Colquhoun, responsabile dei rating sovrani Asia-Pacifico di Fitch, nel corso di una conferenza a Singapore.

I ministri della zona euro stanno cercando di mettere un insieme un secondo pacchetto di aiuti per sostenere le finanze della Grecia nei prossimi anni che potrebbe avere un importo attorno ai 120 miliardi. Tale pacchetto dovrebbe prevedere per la prima volta il coinvolgimento dei creditori privati.

L'ipotesi più probabile al momento, in base all'esito delle negoziazioni tra i ministri finanziari, è quella di accordo con i creditori privati perchè riacquistino in maniera volontaria nuovi titoli di stato ellenici una volta scaduti quelli in portafoglio.

Tuttavia, Colquhoun chiarisce nuovamente: "Fitch considererebbe un simile scambio di debito (debt exchange) o un rollover volontario come un evento in grado di provocare il fallimento, che condurrebbe, quindi, all'assegnazione di un rating di default alla Grecia".

Un mese fa Fitch ha declassato il merito di credito della Grecia di tre livelli a B+, avvertendo che potrebbe declassarlo ulteriormente in territorio "junk". Già allora l'agenzia di rating aveva affermato che un'estensione delle scadenze dei titoli sul mercato sarebbe stato considerato l'equivalente di un default.

Fitch ha anche ribadito che potrebbe mettere il rating sovrano degli Usa in creditwatch con implicazioni negative se il Congresso americano non alzerà il tetto del debito entro il 2 di agosto. In particolare, l'agenzia potrebbe assegnare al debito Usa il rating di "default limitato" (restricted default) se il Tesoro non pagasse le cedole in scadenza il 15 di agosto.

Colquhoun ha tuttavia aggiunto che crede che il tetto del debito verrà alzato e che il default verrà evitato.