Grecia, Germania vuole settembre come data per nuovi aiuti-fonti

giovedì 16 giugno 2011 12:46
 

BRUXELLES, 16 giugno (Reuters) - La Germania vuole uno spostamento a settembre del termine del aro di un secondo pacchetto di aiuti alla Greica, a conferma del disaccordo che ancora regna a livello europeo nel mettere a punto i dettagli della strategia di intervento sulla crisi finanziaria del paese.

Lo riferiscono a Reuters fonti sia dell'Ue sia bancarie.

Una fonte interna all'Ue spiega che lo slittamento dei tempi trova il favore del cancelliere tedesco Angela Merkel e del ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble.

"La questione è: non sappiamo cosa fare, cerchiamo di guadagnare tempo" ha affermato la fonte, aggiungendo che Berlino può contare sull'appoggio di Paesi Bassi, Finlandia e Slovacchia.

Un fonte bancaria tedesca di alto livello conferma che la Germania guarda a settembre come data alla quale tutte le divergenze potrebbero essere risolte.

In particolare - prosegue la fonte - questa tempistica potrebbe essere necessaria per trovare un punto d'equilibrio con le agenzie di rating, che minacciano di considerare alla stregua di un default il coinvolgimento dei creditori privati in un secondo pacchetto di aiuti alla Greica, per quanto su base volontaria.