Ucits IV, tutto pronto ma legge comunitaria ferma in Parlamento

mercoledì 15 giugno 2011 17:17
 

MILANO, 15 giugno (Reuters) - Tutto è pronto per il recepimento della direttiva Ucits IV, la nuova disciplina Ue in materia di fondi, ma la legge comunitaria è ancora ferma in Parlamento e difficilmente verrà recepita entro il termine previsto del primo di luglio.

E' quanto emerso oggi nel corso di un convegno organizzato da MondoHedge dopo che negli ultimi giorni si è conclusa la consultazione per il recepimento della normativa comunitaria.

"Nel complesso le autorità di vigilanza, così come il ministero dell'Economia e delle Finanze, hanno tenuto conto nella definizione delle disposizioni poste in consultazione della maggior parte delle proposte formulate dalla task-force Ucits IV istituita da Assogestioni", ha detto a Reuters Roberta D'Apice, direttore settore legale di Assogestioni.

L'industria italiana aspetta anche che il ministero dell'Economia accolga le modifiche al decreto ministeriale 228 del 1999 che, tra l'altro, prevede l'accessibilità ai fondi hedge senza soglie di investimento minime per gli investitori professionali, dimezzando l'attuale sottoscrizione minima di 500.000 euro per il retail. "Assogestioni pensa che la modifica possa proseguire", ha detto D'Apice senza sbilanciarsi in previsioni di tempistiche.