Crisi debito, nuovi record per 'cds' Grecia, Portogallo

mercoledì 15 giugno 2011 10:49
 

LONDRA, 15 giugno (Reuters) - Non si allenta la pressione sulla 'periferia' europea, Grecia in testa, dopo il nulla di fatto quanto al nuovo pacchetto di aiuti a favore di Atene della riunione dell'Eurogruppo ieri sera.

I ministri non sono infatti giunti ad alcuna forma di intesa circa il coinvolgimento del settore privato al nuovo piano di salvataggio.

I dati a cura di Markit mettono in evidenza l'ennesimo record dall'introduzione dell'euro per i contratti derivati 'credit default swap' a cinque anni per l'obbligazionario greco e portoghese.

Il 'cds' greco si allarga di 61 punti base fino a 1.651 centesimi, a segnale che la copertura dal rischio insolvenza su un investimento di 10 milioni di euro in titoli di Stato greci costa 1,65 milioni.

Aumenta di 21 centesimi, dicono sempre i dati Markit, anche il 'cds' portoghese fino a 770 punti base.