14 giugno 2011 / 13:01 / 6 anni fa

PUNTO1- Efsf, atteso domani lancio secondo bond, 5 mld a 10 anni

(Aggiunge ‘whisper’ su rendimento, al secondo paragrafo)

LONDRA, 14 giugno (Reuters) - E’ atteso per domani il lancio del secondo bond del programma Efsf per l‘ammontare di 5 miliardi di euro a 10 anni annunciato venerdì.

Per il bond oggi è indicato un rendimento ‘whisper’ pari a 16-18 punti base sul tasso del midswap di pari durata.

L‘operazione, che ha rating tripla A da tutte e tre le agenzie di rating, è condotta da Barclays Capital, Deutsche Bank e HSBC.

Questo nuovo bond dell‘European Financial Stability Facility è il primo a supporto del programma di assistenza per il Portogallo. Un altro bond, sempre a a supporto del Portogallo, è atteso entro il 15 luglio per l‘ammontare di 3 miliardi con la durata di 5 anni.

L‘Efsf aveva invece collocato la sua prima tranche lo scorso gennaio, quando aveva collocato 5 miliardi di euro per la durata di 5 anni nel quadro del supporto finanziario all‘Irlanda.

In quell‘occasione le richieste erano state pari a oltre 45 miliardi di euro provenienti da 500 investitori. Venne collocato a 6 punti base sul tasso del midswap, mentre in questi giorni tale bond quota 4,5-2,5 pb.

I dealer si aspettano che il nuovo bond attragga ancora una buona domanda anche se non così consistente come per il bond inaugurale.

Come riferimenti saranno presi i bond dell‘Unione Europea e in particolare con il bond da 4,75 miliardi di euro, cedola 3,5% con scadenza giugno 2021 che quota oggi un rendimento a 13,5-15 punti base sul midswap, secondo Thomson Tradeweb.

Un comunicato del mese scorso, che pianificava le emissioni obbligazionarie entro il 15 luglio per coprire le prime tranche di prestiti a Portogallo e Irlanda per un totale di 15,3 miliardi di euro, diceva che i pagamenti della parte restante dell‘anno saranno soggetti alle richieste di Portogallo e dell‘Irlanda e alle revisioni trimestrali congiunte di Ue, Fmi e Bce. Nel secondo semestre sono in programma altri due bond, con un obiettivo di 3-5 miliardi per ogni operazione.

L‘Ue poi potrebbe completare la copertura delle proprie esigenze di finanziamento con emissioni minori, sia attraverso prestiti sindacati sia attraverso transazioni mirate.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below