Private banking Italia cresce dell'1,5% in trim1 2011 - AIPB

martedì 14 giugno 2011 14:46
 

MILANO, 14 giugno (Reuters) - L'industria del private banking in Italia è cresciuta dell'1,5% nei primi tre mesi di quest'anno dopo l'accelerazione annua del 6,8% registrata su tutto il 2010 a 421 miliardi di euro.

Le stime sono state rese note oggi dall'Associazione Italiana Private Banking (AIPB), precisando che la crescita è il risultato sia di un effetto mercato che dell'aumento dei nuovi clienti.

Quella dell'industria italiana nel 2010 è stata un'espansione leggermente superiore alla media europea (+6,2%) dovuta soprattutto alla raccolta netta, cioè al maggiore numero di nuovi clienti (+4,5% contro l'1,5% europeo) piuttosto che alla performance realizzata sui mercati, che risulta circa la metà della media europea.

Ancora dal confronto con l'Europa emerge uno sbilanciamento dei portafogli delle famiglie private italiane verso titoli di stato e obbligazioni - più del doppio rispetto agli europei. Gli investimenti alternativi sono del 5% in Europa rispetto all'1,6% italiano, i managed funds il 22% rispetto a poco più del 16% tricolore.