Italia, cds banche sotto pressione su timori debiti sovrani -Ifr

lunedì 13 giugno 2011 14:01
 

LONDRA, 13 giugno (Reuters) - Sotto pressione questa mattina il debito del settore creditizio italiano, in scia all'indebolimento del mercato sovrano.

Lo rifersice il servizio Ifr di Reuters, sottolineando che ben quattro delle 10 peggiori performance odierne nel paniere principale dei cds europei sono rappresentati da banche italiane.

I bond di Mps (BMPS.MI: Quotazione), Unicredit (CRDI.MI: Quotazione) e Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) sono in calo questa mattina, rispettivamente, di 20 punti base a 269, di 10 pb a 210 e di 6 pb a 183, nota Ifr.

Il mercato sconta un crescente disagio verso i debiti sovrani, e in particolare la possibile esposizione del sistema bancario italiano alla periferia.

La tendenza appare tuttavia meno marcata sul mercato cash dove le curve di Mps e Intesa sono pressochè invariate su swap, mentre i bond Unicredit trattano tra i 5 e gli 8 pb sopra swap.

Di fatto invariati su spread anche i cds delle spagnole Santander (SAN.MC: Quotazione) e Bbva (BBVA.MC: Quotazione), che allargano di soli 1 e 4 punti base a quota 249 e 267 rispettivamente.