Italia, Moody's vede aumento operazioni finanza strutturata

venerdì 10 giugno 2011 15:37
 

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Le operazioni di cartolarizzazione in Italia rivolte agli investiori sono probabilmente destinate ad aumentare nel prossimo futuro, dopo oltre tre anni di mercato bloccato e giusto tre operazioni condotte negli ultimi mesi.

A dirlo è Michelangelo Margaria, vice president senior credit officier di Moody's.

"In realtà gli ultimi 12 mesi sono stati da record per la finanza strutturata, ma la stragrande maggioranza delle operazioni non sono andate sul mercato, probabilmente sono state finalizzate alla costituzione di collaterale per le banche da portare in Bce" ha affermato Margaria, a margine di un incontro a Milano.

"Al netto del collaterale, dallo scorso settembre a oggi abbiamo visto sul mercato solo tre operazioni di finanza strutturata in Italia" aggiunge Margaria, sottolineando come i tutti i tre deal siano stati caratterizzati da scadenze molto corte, per venire incontro alle attuali preferenze degli investitori.

Le tre operazioni in questione, tutte Rmbs (ovvero cartolarizzazioni di mutui immobiliari) sono state condotte da Mps (BMPS.MI: Quotazione), Veneto Banca e Popolare Vicenza, per un controvalore di poco superiore ai due miliardi di euro contro i circa 30-35 miliardi di dimensione di mercato nel 2006, prima dello scoppio della crisi finanziaria.

"Il sentiment è che le operazioni di finanza strutturata rivolte al pubblico cresceranno ancora, anche se quello di riferimento rimane un mercato estremamente fragile" conclude il vice presidente di Moody's. "Le tre operazioni degli ultimi mesi arrivano dopo anni di stop e indicano un risveglio del mercato, facendo dell'Italia, in questo ambito, l'unica alternativa alle piazze olandese e inglese".

(Giulio Piovaccari)