PUNTO 1 - Berlusconi nega contatti con Sarkozy su pareggio 2016

venerdì 10 giugno 2011 12:02
 

(Aggiorna con contesto)

ROMA, 10 giugno (Reuters) - Una nota ufficiale di Palazzo Chigi smentisce che ci siano stati contatti fra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il presidente francese Nicolas Sarkozy per chiedere di spostare dal 2014 al 2016 l'obiettivo del pareggio di bilancio.

Oggi il Corriere della Sera scrive infatti che il presidente francese aveva informato Berlusconi della volontà di muoversi in Europa per far slittare di due anni la scadenza sull'abbattimento del deficit nella zona euro.

"Le frasi attribuite al presidente del Consiglio in merito ad una telefonata con il presidente francese Sarkozy sono frutto di pura fantasia. Non c'è stata alcuna telefonata, né alcun accordo in relazione all'argomento evocato", ribatte Palazzo Chigi.

L'Italia si è impegnata con Bruxelles a presentare una manovra da circa 40 miliardi su 2013 e 2014 per raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2014.

Alla nuova correzione si aggiungerà quella che il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, chiama "manutenzione sui conti" 2011 e 2012.

Ieri Berlusconi ha quantificato in 3 miliardi la manovra su quest'anno, in gran parte necessaria a finanziare nel secondo semestre dell'anno spese non ancora iscritte a bilancio: dalla sospensione dei ticket su visite specialistiche e diagnostiche alle risorse per le missioni internazionali di pace in Libia, Libano, Afghanistan e Kosovo.

Sull'intero biennio 2011 e 2012 la correzione dei conti dovrebbe valere 7-8 miliardi, secondo quanto riferito a Reuters da una fonte governativa lo scorso mese.