Derivati, Regione Lombardia invia controdeduzioni a corte Londra

giovedì 9 giugno 2011 17:35
 

MILANO, 9 maggio (Reuters) - I legali della Regione Lombardia hanno inviato le loro controdeduzioni al Tribunale inglese sulla questione dei derivati legati al bond trentennale da 1 miliardo di dollari con le banche Ubs UBSN.VX e Merrill Lynch (BAC.N: Quotazione).

Lo riferisce una fonte legale interpellata da Reuters a un giorno dalla scadenza del termine, fissato dalla corte inglese, entro cui la Regione può rispondere al 'confirmatory claim' depositato la scorsa estate dalle due banche, con cui si richiedeva di vedere riconosciuta la correttezza del proprio operato.

"La Regione ribadisce in queste controdeduzioni la necessità di applicare la giurisdizione italiana, nonostante il contratto faccia riferimento a quella britannica, e che quello intercorso tra le parti non era un rapporto paritario: le banche avevano obblighi di avvertimento che non hanno rispettato" spiega la fonte.

La lite civile tra le parti ruota attorno all'ipotesi di costi occulti per quasi 100 miliardi di euro caricati sul bond dalle banche, così come inizialmente ipotizzato in un'inchiesta della Procura di Milano, archiviata l'anno scorso per prescrizione.

"C'è una trattativa in corso tra le parti anche se in questo momento non sembrano esserci proposte concrete di transazione" aggiunge la fonte. "In questa fase le parti stanno mostrando i muscoli, ma la trattativa prosegue, credo sia nell'interesse di tutti arrivare ad un accordo".