Zona euro, situazione sembra peggiore di un anno fa -Sadun (Fmi)

mercoledì 8 giugno 2011 14:30
 

  MILANO, 8 giugno (Reuters) - La crisi economica che sta
attraversando l'economia globale, e in particolare quella
europea, è di tipo "strutturale" e la situazione sembra essere
peggiore rispetto a un anno fa. Lo ha detto Arrigo Sadun,
direttore esecutivo del Fmi per Italia, Grecia, Portogallo e
Albania, oggi a Milano per il meeting annuale di Swiss & Global.
 Commentando un intervento video dell'economista francese
Jean Paul Fitoussi sullo stato dell'economia europea, Sadun ha
affermato: "Condivido l'opinione di Fitoussi, oggi c'è il buio e
la situazione sembra peggiore rispetto a 12 mesi fa".
 "Questo però non vuol dire che le idee non siano più chiare
rispetto a un anno fa" ha aggiunto Sadun.
 Per descrivere "quello che è successo e che sperimenteremo
nei prossimi anni", Sadun si è affidato al profilo della "vasca
vittoriana". "C'è stata una caduta molto rapida, cui segue una
fase di crescita strisciante sul fondo "ma poi ci sarà la
ripresa con un angolo d'incidenza nella curva più modesto
rispetto a quello della caduta"
 Ma ciò che è fondamentale è che "le due sponde della vasca
sono asimmetriche", ovvero avranno altezze diverse, "perchè non
si tornerà più al livello della fase precedente".
 Secondo Sadun, parlare di marginalizzazione dell'Europa è un
"controsenso", soprattutto in prospettiva. "La crisi è stata
originata dall'insostenibilità del modello di crescita americano
e di quello cinese".
"Questi due modelli di crescita, per motivi diversi, sono
arrivati al capolinea. La mia previsione è che (Usa e Cina)
troveranno una ricetta che per molti versi sarà simile al
modello di sviluppo europeo. In un certo senso siamo noi il
futuro di Cina e Usa" ha concluso Sadun.
 (Elvira Pollina)