7 giugno 2011 / 11:42 / 6 anni fa

Nuovo BTPei 2026, lancio atteso domani per almeno 3 mld euro

MILANO, 7 giugno (Reuters) - E’ atteso per domattina il lancio del nuovo BTPei a 15 anni annunciato oggi dal Tesoro italiano per colmare un vuoto nella curva dei linker italiani.

Le attese sono per un ammontare minimo di 3 miliardi di euro e per un rendimento a premio rispetto al BTPei 2023, che stasera quota 2,77% con una break-even-inflation (BE) di 203 punti base.

Secondo una costruzione puramente teorica il nuovo linker, con scadenza 15 settembre 2026, potrebbe avere un rendiemnto attorno al 3%.

A guida dell‘operazione sono Credit Agricole, ING Bank, JP Morgan, Mps e Ubs, ha detto oggi il Tesoro.

“Il titolo verrà lanciato - fatte salve le condizioni di mercato - domattina” dice a Reuters una fonte vicina all‘operazione. “L‘ammontare sarà di almeno tre miliardi”.

“Il comparto dei linker in generale non ha visto una performance particolarmente positiva in queste ultime settimane, complice il cedimento dei prezzi delle commodities” dice Chiara Cremonesi, strategist di Unicredit a Londra. “Il Tesoro tuttavia aveva evidentemente l‘esigenza di colmare un vuoto nella curva dei linker”.

Il BTPei più vicino su cui verrà costruito - con tutta probabilità - il pricing domani è il BTPei con scadenza 2023.

L‘altro titolo di riferimento è il BTPei 2041 che stasera quota una BE di 246 punti base: l‘interpolazione tra la BE del 2023 e quella del 2041 porta a una BE indicata per il nuovo BTPei 2026 di 210 punti base.

“Esiste anche un BTPei 2035 che però - spiega Cremonesi - ha prezzi fuori linea e quindi è poco indicato per le interpolazioni”.

Il Btp nozionale di riferimento è il marzo 2026, con cedola 4,50%, che stasera quota un rendimento del 5,08%.

Tenendo come riferimento questi due valori (BE interpolata a 210 pb e rendimento reale a 5,08%) ne deriva - alle quotazioni attuali - un rendimento del nuovo titolo di circa il 2,98%.

La BE indica l‘aspettiva da parte del mercato circa l‘inflazione sulla scadenza del BTPei. Il rendimento reale del BTPei è dato dalla differenza tra il rendimento del titolo nozionale di riferimento e la BE.

Volendo poi fare un paragone con i titoli dei vicini di casa, l‘OATei più simile, il luglio 2027 emesso la scorsa settimana per 3 miliardi, quota stasera una BE di 223 pb e un rendimento dell‘1,61% con un differenziale quindi di 137 punti base. Il differenziale di rendimento tra Btp e Ota nozionali a 15 anni è stasera a 125 punti base.

Si tratta di una costruzione teorica, suscettibile alle variazioni del mercato.

E’ da oltre un anno che la Repubblica Italiana non emette BTPei sindacati. L‘ultimo risale all‘aprile dello scorso anno quando emise il BTPei settembre 2021 per 3 miliardi. Nell‘ottobre 2009 emise il BTPei 2041 per 3,5 miliardi.

La Repubblica Italiana ha rating ‘Aa2’, ‘A+’ e ‘AA-’ rispettivamente per Moody‘s, S&P’s e Fitch.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below