Btp in discesa su prese beneficio, resta incertezza Grecia

martedì 7 giugno 2011 13:03
 

 MILANO, 7 giugno (Reuters) - Btp in discesa in una giornata
caratterizzata da bassi volumi, con gli operatori che rilevano
prese di beneficio dopo il rally degli scorsi giorni, mentre
sullo sfondo continua a incombere l'incertezza in merito alla
situazione della Grecia. 
 Gli scarsi volumi derivano anche dall'attività di rollover
in vista della scadenza del contratto futures domani. 
 "I volumi sono abbastanza sottili e c'è qualche presa di
beneficio, dopo il rally degli scorsi giorni" osserva un trader
di uno dei maggiori istituti di credito italiani. 
 "La giornata è abbastanza interlocutoria anche perchè
bisogna considerare che domani scadono i contratti sui futures
di Btp e Bund e molti si stanno concentrando sul rollover"
sottolinea un secondo trader da Milano.
 A fine mattinata il future sul Btp a giugno FGBLM1 tratta
a 110,77, in calo di 0,32 tick mentre il derivato di settembre
FBTPU1 tratta a 108,94 in calo di 29 tick.
 Lo spread dell'Italia rispetto alla Germania resta
sostanzialmente stabile rispetto alla chiusura di ieri. Il Bund,
infatti, dopo un'apertura al rialzo, viene penalizzato dal
rimbalzo del mercato azionario, che ha per il momento ridotto
l'appetito degli investitori nei confronti degli asset meno
rischiosi.
 A fine mattinata il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund decennali, su piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB
DE10YT=TWEB tratta in area 165 punti base contro i 164 di ieri
in chiusura di seduta.
  Sullo sfondo restano i nodi della crisi greca, che continua
a mantenere una certa pressione sui titoli dei paesi periferici.
 Nonostante il nuovo pacchetto di aiuti internazionali sembri
essere ormai a portata di mano, sono molte le questioni che
restano sul tappeto, a cominiciare dal ruolo del settore
privato, senza contare il fatto che il varo del nuovo bailout 
resta subordinato all'approvazione di ulteriori misure di
contenimento della spesa da parte di Atene.
 Stando a un funzionario governativo greco, il nuovo piano di
austerity sarà sottoposto al vaglio del Parlamento per la fine
di giugno. Sulle nuove misure restrittive continua, però, a
pesare il dissenso di vasti strati dell'opinione pubblica.
 In questo contesto di perdurante incertezza, la carta greca,
che ieri aveva respirato nella parte breve, è tornata tutta
sotto pressione.
 I riflessi sul secondario italiano sono tuttavia, per il
momento, limitati. "Oggi mi pare che la crisi greca influenzi il
Btp soprattutto in termini di volatilità, ma per il momento mi
sento d'imputare le perdite soprattutto a prese di beneficio di
account domestici che si alleggeriscono un po'" ribadisce il
primo trader.
 Secondo gli operatori è prematuro parlare di possibili
riflessi sul mercato del vertice di maggioranza di ieri ad
Arcore, in cui è emersa la spinta da parte di alcune componenti
dell'esecutivo perchè il ministro dell'Economia Tremonti si
muova verso un allentamento della pressione fiscale. 
 "Tutto sta nel capire come verranno bilanciati rigore e
crescita" osserva il trader milanese. "E' chiaro che bisogna
cercare di far ripartire l'economia, ma l'eventualità che
Tremonti, in nome della riforma fiscale, allenti le redini sui
conti, potrebbe essere interpretata negativamente sui mercati
internazionali" aggiunge.
 
 ATTESI OGGI ANNUNCI TESORO SU PROSSIME ASTE    
 Sul fronte del mercato primario, sono attesi per oggi
pomeriggio, a mercati chiusi, gli annunci del Tesoro italiano su
tipologie e quantitativi per le aste a breve di venerdì prossimo
e sulle tipologie di titoli a medio-lungo in asta martedì 14.  
 In una nota Unicredit prevede, per il collocamento a breve,
un'offerta di 6,6 miliardi di Bot a 12 mesi, e il ritorno del 3
mesi con un'offerta di 3,5 miliardi. 
 Sul medio-lungo Unicredit indica un'offerta tra i 5 e i 5,5
miliardi complessivi sui Btp a 5 e 15 anni.         
 Qualche operatore ritiene invece che il 15 anni italiano non
verrà riaperto, in attesa a breve del collocamento di un nuovo
benchmark su tale scadenza, via sindacato. La comunicazione del
Tesoro sugli importi delle aste a medio-lungo è in calendario
per dopodomani. 

 ============================ 12,30 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO    FGBLM1    125,21   (-0,23)          
FUTURES BTP  GIUGNO    FBTPM1    110,76   (-0,28)  
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,35   (-0,02)     2,877%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT   101,96   (-0,23)     4,683%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    94,40   (-0,46)     5,453%
 
============================ SPREAD (PB) ======================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        -1                  3 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       124                122 
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       164                163 
- livelli minimi/massimi           162,4-167,8       158,3-164,0
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      165                164 
- livelli minimo/massimo           163,8-168,3       159,5-164,4
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       185                185 
BTP 2/10 ANNI                         180,6              178,6
BTP 10/30 ANNI                         77,0               76,9
===============================================================
 
 (Elvira Pollina)