Grecia, banche si oppongono a rollover titoli Stato - stampa

martedì 7 giugno 2011 12:45
 

BERLINO, 7 giugno (Reuters) - Le banche private si stanno rifiutando di reinvestire fondi in titoli di Stato greci una volta giunti a scadenza quelli in portafoglio, operazione di 'rollover' su base volontaria con cui si chiede al settore privato di contribuire ai costi del salvataggio di Atene.

Lo scrive l'edizione odierna di Handelsblatt.

"Le banche si stanno opponendo in maniera chiara" dice, secondo il quotidiano tedesco, un esponente governativo della zona euro.

Citando fonti di Bruxelles, Handelsblatt riferisce che i grandi gruppi bancari offrirebbero al massimo un aiuto simbolico nell'approvazione di un secondo pacchetto di aiuti.

Secondo un funzionario comunitario non sarebbe semplice per gli istituti di credito giustificare di fronte ai propri azionisti il motivo per cui tornare a investire in obbligazioni pubbliche a elevato rischio una volta ottenuto il rimborso dei titoli in scadenza.

Un rollover del debito avrebbe inoltre un effetto distorsivo sul mercato, dal momento che coinvolgerebbe soltanto le banche che detengono titoli in scadenza entro il 2014. Si fa l'esempio di Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione), che sarebbe svantaggiata rispetto a Bnp Paribas (BNPP.PA: Quotazione) i cui governativi greci hanno durata più estesa.

Si potrebbe dunque arrivare a una frizione anche tra il responsabile alle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble e le banche controllate o influenzate dallo Stato come Commerzbank (CBKG.DE: Quotazione), il cui portafoglio governativi greci vale 2,9 miliardi di euro.

"Schaeuble deve convincere il Bundestag" dice al quotidiano una fonte di Bruxelles, riferendosi alla camera bassa del parlamento federale.