Btp in rialzo,spread stringe dopo buone aste Spagna,occhi Grecia

giovedì 2 giugno 2011 13:03
 

 MILANO, 2 giugno (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano è tonico stamane, come quello spagnolo, entrambi
beneficiando del buon risultato delle aste iberiche collocate
per quasi 4 miliardi. 
 Gli spread di Italia, ma anche di Spagna, si sono quindi
ristretti, mentre si sono allargati quelli di Grecia prima di
tutto, dopo il nuovo downgrade di Moody's, ma anche quelli di
altri periferici. 
 L'attività è decisamente ridotta - dicono i pochi dealer
presenti - per via della festa della Repubblica in Italia e di
quella dell'Ascensione in molti paesi europei.
 Il differenziale di rendimento tra decennali italiani e
tedeschi stringe oggi verso i 170 punti base rispetto ai 175 pb
della chiusura di ieri, secondo i dati TradeWeb IT10DE10=TWEB,
e i dealer dicono che potrebbe anche stringere di un'altra
decina di punti base nei prossimi giorni.
  Tuttavia alcuni osservatori dicono che la discesa dello
spread sarà calmierata da qualche timore tra gli investitori per
le evoluzioni politiche in Italia e in particolare per un
eventuale decisione del governo di arrivare a una riforma
fiscale populista volta a raccogliere consensi, che avrebbe
l'effetto collaterale di un peggioramento dei conti pubblici,
tema chiave sotto i riflettori. 
 "Un allentamento fiscale in Italia, con il corrolario di un
peggioramento dei conti pubblici, sarebbe proprio quello che non
ci vorrebbe per il mercato italiano in questo momento buono, ma
sempre molto delicato" dice uno specialist. "L'aver mantenuto
tutto sommato i conti pubblici su livelli accettabili è stato
proprio il fattore per cui gli investitori, in questa fase di
crisi, stanno ancora puntando sull'Italia".
 Sullo sfondo del mercato è la Grecia a destare ancora
l'attenzione maggiore, mentre proprio in queste ore continua la
discussione tra Atene e gli ispettori dell'Ue, del Fmi e della
Bce, che dovrebbero presentare entro la fine di questa settimana
il loro rapporto sui risultati fiscali della Grecia.
 Moody's ieri sera ha tagliato il rating del paese di tre
notch, a Caa1 da B1, con outlook negativo.
 Sul tavolo c'è la messa a punto di un piano fiscale di medio
termine, che dovrebbe sbloccare la prossima tranche (12 miliardi
di euro) del prestito internazionale. 
 Intanto si sta parlando della possibilità di nuovo pacchetto
d'aiuti alla Grecia. Jurgen Stark, membro Bce, in un'intervista
ha detto che potrebbe essere accettabile un accordo su base
volontaria che porti gli investitori a rinnovare le loro
posizioni sul debito greco, se questa possibilità non è
percepita come un fallimento sovrano.
 
============================ 12,30 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO    FGBLM1    125,58   (-0,10)          
FUTURES BTP  GIUGNO    FBTPM1    110,74   (+0,41)  
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,26   (+0,11)      2,922%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT   100,87   (+0,22)      4,695%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    94,70   (+0,85)      5,431%
============================ SPREAD (PB) ======================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5         2                  1 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       131                136 
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       167                174 
- livelli minimi/massimi           166,9-176,9       168,8-174,7
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      175                175   
livelli minimo/massimo             168,5-177,2       170,4-175,2
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       187                194 
BTP 2/10 ANNI                         177,3              175,7
BTP 10/30 ANNI                         73,6               75,7
===============================================================