Btp prosegue rialzo, mercato specula su sblocco impasse Grecia

mercoledì 1 giugno 2011 12:38
 

 MILANO, 1 giugno (Reuters) - Si conferma questa mattina
l'impostazione positiva del debito italiano, in scia al recupero
di ieri, nella speranza di uno sblocco dell'impasse greca che
allontani - almeno nell'immediato - le paure di un default del
paese.
 Oggi a Vienna si incontrano i funzionari Ue che dovrebbero
lavorare al pagamento della quinta tranche degli aiuti alla
Grecia, sullo sfondo della trattativa, riportata dalla stampa,
tra Europa, Fmi e Bce per un nuovo piano di intervento a favore
di Atene [ID:nLDE7500QP] [ID:nLDE7500BZ]. 
 "Temo che il sollievo rimarrà temporaneo. Naturalmente la
chiarezza, insieme ai soldi in più, aiutano nel breve termine,
anche se questo non risolve i problemi di lungo termine" spiega
l'analista di Nordea Niels From.
 La boccata d'ossigeno per il settore periferico si
accompagna ancora stamane a qualche vendita sui Bund, con lo
spread Italia/Germania che si restringe ulteriormente rispetto a
ieri.
 "C'è un po' di ripresa sui periferici, credo cominci ad
affermarsi la consapevolezza che lasciare andare la Grecia
causerà uno tsunami finanziario che non si sa assolutamente dove
andrà a finire" commenta il trader di una banca italiana. "La
situazione greca è grave ma, a questo punto, il male minore è
prestare soldi al Paese, anche se in parte verranno persi".
 A fine mattinata il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund decennali, su piattaforma Tradeweb IT10YT=TWEB
DE10YT=TWEB, tratta sui minimi di seduta, in area 171-172
punti base contro i 173 della chiusura di ieri.
 "Non vedo grossi movimenti di curva, anche se ci potrebbe
essere qualche acquisto sul lungo per esigenze di 'extension'
della maturità media dei fondi, con la conclusione del mese"
aggiunge il trader.
 Intanto, sul fronte del debito periferico, è stata una
mattinata d'asta per il Portogallo che ha collocato 850 milioni
di titoli a quattro mesi, a metà della forchetta d'offerta
annunciata di 750 milioni/1 miliardo.
 Nonostante il bailout già concordato, Lisbona ha dovuto
subire un incremento del costo del debito, al 4,697% dal 4,652%
dell'asta del 4 maggio di titoli trimestrali, i più simili di
recente per scadenza. 
 Solida comunque la domanda, con 'bid-to-cover' in aumento a
2,7 da 1,9.
 Lo spread Portogallo/Germania, sempre sul decennale
PT10YT=TWEB DE10YT=TWEB, stringe di 2 punti base a quota
736.
 Mattinata d'aste anche per la Francia, che ha collocato
quasi 8,5 miliardi di euro sulle scadenze 2018, 2021 e 2023.
 
============================ 12,30 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO    FGBLM1    125,20   (-0,49)          
FUTURES BTP  GIUGNO    FBTPM1    110,01   (+0,32)  
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,15   (+0,05)      2,980%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT   100,34   (+0,12)      4,762%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    93,53   (+0,13)      5,517%
============================ SPREAD (PB) ======================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5         4                  7 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       135                140 
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       172                176 
- livelli minimi/massimi           169,5-174,2       172,4-183,8
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      172                173   
livelli minimo/massimo             171,1-174,7       170,9-176,6
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       193                198 
BTP 2/10 ANNI                         178,2              177,2
BTP 10/30 ANNI                         75,5               75,3
===============================================================