Btp meglio di Bund, cresce ottimismo soluzione crisi Grecia

martedì 31 maggio 2011 12:56
 

 MILANO, 30 maggio (Reuters) - Decisamente ben intonato il
secondario italiano, premiato dal clima di maggiore propensione
al rischio riflesso anche dalla dinamica delle borse e del
cambio.
 Dietro il movimento che riavvicina gli investitori ad asset
a maggior rischio e rendimento stanno in primo luogo secondo gli
operatori le indiscrezioni stampa secondo cui Berlino starebbe
ripensando strategia nei confronti di Atene, a cui ha chiesto di
rimodulare le scadenze del debito per ottenere la nuova tranche
degli aiuti comunitari.
 "Sembra si stia allentando il braccio di ferro politico
sulla Grecia: a quanto scrive il 'Wall Street Journal' anche la
Germania si starebbe persuadendo che la concessione di nuovi
aiuti sarebbe la soluzione migliore per tutti" spiega un addetto
ai lavori.
 Favorisce il ritorno degli acquisti su Grecia e 'periferia'
anche il rientro degli investitori londinesi e Usa dopo la pausa
di ieri che ha pesantemente assottigliato lo spessore della
liquidità.
 Il premio di rendimento chiesto per tenere in portafoglio il
Btp decennale rispetto alla controparte Bund arriva a ridursi di
una dozzina di centesimi rispetto alla chiusura precedente per
toccare un minimo intraday di 172,4 punti base secondo i dati
TradeWeb IT10DE10=TWEB.
 Si tratta del minimo da giovedì scoso, da confrontare con i
183 centesimi della chiusura di ieri ma ancora una decina di
tick oltre i circa 160 toccati rientrando dallo strappo seguito
alla bocciatura dell'otlook sovrano da parte di S&P.
 La tendenza alla chiusura degli spread è decisamente più
marcata sulla curva greca, da tempo ormai inclinata al
contrario, con rendimenti in caduta tra 20 e 40 punti base.
 Particolarmente volatili le scadenze a breve termine, più
sensibili alla prospettiva di un accordo per il salvataggio di
Atene che implicherebbe una caduta verticale dei tassi
brevissimi.
 "[...] Sul caso Grecia un articolo del Wsj ha riportato che
la Germania sta considerando di tornare indietro sull'ipotesi di
una ristrutturazione del debito greco al fine di facilitare la
concessione di un nuovo pacchetto di aiuti" ricorda anche la
nota giornaliera dell'ufficio studi Mps Finance.
 Positivo per l'Italia anche il superato appuntamento con le
aste a medio-lungo di ieri, mentre un effetto del tutto
marginale ha secondo gli operatori l'esito del ballottaggio
delle amministrative.
 Nelle ultime 'considerazioni finali' da governatore di Banca
d'Italia e in rotta verso la presidenza Bce, Mario Draghi ha
detto stamane che lotta all'inflazione resterà l'obiettivo
primario della Banca centrale europea anche in presenza di
rischi sui debiti sovrani e di banche in cattiva salute.
 
============================ 12,50 ============================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO    FGBLM1    125,09   (-0,60)          
FUTURES BTP  GIUGNO    FBTPM1    109,98   (+0,29)  
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=RR*    98,12   (-0,07)      2,992%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT   100,27   (+0,27)      4,771%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    93,55   (+0,45)      5,516%
* quotazioni da schermi Reuters in assenza di scambi su Mts
============================ SPREAD (PB) ======================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5         7                 11 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       135                147 
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       172                183 
- livelli minimi/massimi           172,4-183,8       177,5-184,2
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      173                183   
livelli minimo/massimo             170,9-175,5       179,1-184,6
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       194                203 
BTP 2/10 ANNI                          --                 -- 
BTP 10/30 ANNI                         74,5               74,4
===============================================================