30 maggio 2011 / 09:55 / tra 6 anni

Italia, saldo primario fra più forti Europa - Cottarelli (Fmi)

MILANO, 30 maggio (Reuters) - La situazione dei conti pubblici italiani presenta da un lato l‘elemento positivo di un saldo primario fra i migliori in Europa a cui si affianca però un debito pubblico che frena la crescita.

Lo ha sottolineato Carlo Cottarelli, numero uno del dipartimento Affari fiscali del Fondo monetario internazionale.

“Quello che è evidente in Italia è che il bilancio primario è uno dei più forti in Europa, anche il deficit è abbastanza contenuto perché il Paese ha risentito meno della crisi. Le banche non sono state toccate dalla crisi e la politica del governo è stata prudente”, ha detto.

Per Cottarelli: “La parte difficile per l‘Italia comincia ora. Il debito rimane elevato e va ridotto”.

Secondo l‘economista, se l‘Italia tagliasse il debito dal 120% del Pil al 60%, ogni anno la crescita potenziale del Paese crescerebbe di 0,6-0,7 punti percentuali.

Francesca Landini

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below