Bce, liquidità solo a paesi che rispettano impegni - Bini Smaghi

giovedì 26 maggio 2011 15:20
 

LONDRA, 26 maggio (Reuters) - I paesi della zona euro in crisi finanziaria devono rispettare i termini dei rispettivi pacchetti di salvataggio, altrimenti rischiano di essere esclusi dalle misure di sostegno della liquidità della Bce.

Lo ha detto Lorenzo Bini Smaghi, membro dell'esecutivo dell'istituto centrale, durante una conferenza a Londra.

"La responsabilità di assicurare le condizioni affinché il sistema europeo supporti il sistema bancario dei paesi in difficoltà ricade sulle autorità dei paesi stessi, non c'è alcun dubbio al riguardo" ha affermato Bini Smaghi.

La Bce ha fornito fondi d'emergenza al sistema bancario della zona euro fin dall'inizio della crisi finanziaria nel 2008 e nell'ultimo anno ha di fatto rallentato il processo di normalizzazione per permettere la sopravvivenza delle banche greche, irlandesi e portighesi, ormai tagliate fuori dal mercato dei finanziamenti.

"Il sistema europeo ha garantito - e garantisce tuttora - sostegno a quei sistemi bancari nazionali che presentano bisogni in termini di finanziamenti", ha proseguito Bini Smaghi. "Vorrei sottolineare che la precondizione fondamentale per tale sostegno è che i paesi interessati si attengano ai rispettivi programmi di aggiustamento concordati con l'Ue e il Fmi".