Btp più deboli di Bund, bene aste Germania e Portogallo

mercoledì 18 maggio 2011 12:36
 

 MILANO, 18 maggio (Reuters) - Prevale in tarda mattinata il
segno meno per l'intero obbligazionarioe europeo, penalizzato
dal recupero delle borse, con i benchmark Btp che restano
lievemente indietro rispetto all'equivalente Bund.
 Reduci dalla performance positiva della vigilia, i
governativi accusano prese di beneficio che gli operatori
prevedono però costantemente limitate dall'ipotesi di 
ristrutturazione del debito greco.
 Il responsabile alle Finanze tedesco è intanto tornato a far
riferimento alla possibilità di coinvolgere il settore privato
nella delicata soluzione della crisi dei conti pubblici.
 "In Europa i mercati periferici hanno tutto sommato retto
abbastanza bene alle prime 'aperture' delle autorità a ipotesi
di ristrutturazione del debito greco" scrive la nota quotidiana
dell'ufficio studi Intesa Sanpaolo.
 Intervenuto questa mattina a un evento milanese, il
consigliere esecutivo Bce Lorenzo Bini Smaghi spiega che nella
gestione della leva dei tassi Francoforte guarda all'intera zona
euro e non può permettere un'accelerazione di prezzi al consumo
"per aiutare qualche paese".
 Per quanto riguarda la futura dinamica del costo del denaro,
aggiunge, la banca centrale deciderà nei prossimi mesi sulla
base delle stime macro e delle pressioni inflative.
 Dal lato del primario gli investitori accolgono intanto
senza difficoltà le nuove offerte di carta tedesca e portoghese.
 Con un rapporto tra domanda e offerta stabile dal mese
scorso a 1,9, Bundesbank ha riaperto il Bobl 2016 2,75% pagando
un tasso medio di 2,45% contro il 2,68% del 20 aprile.
 In frazionale risalita invece - 4,657% da 4,652% dell'inizio
del mese - il rendimento del due mesi portoghese, a soli due
giorni dal via libera dei ministri finanziari Ue al pacchetto di
aiuti da 78 miliardi.
 I dati a cura dell'agenzia per la gestione del debito
mostrano inoltre un rapporto tra domanda e offerta in rialzo a
2,1 da 1,9 e l'assegnazione dell'intero miliardo rispetto ai
750-1.000 milioni dell'offerta.
 Un comunicato della strategist UniCredit Chiara Cremonesi
definisce positivi e in linea alle attese i risultati di
entrambe le aste, sottolineando la rilevanza che il Tesoro
portoghese sia riuscito a collocare l'intero ammontare previsto
ea rendimenti "molto elevati ma a inferiori al secondario".
 L'impostazione di fondo del mercato è comunque sbilanciata a
favore degli investimenti meno a rischio, premiando tradizionali
beni rifugio come il Bund.
 Sulla piattaforma TradeWeb intorno alle 12,30 il premio di
rendimento del decennale italiano rispetto alla controparte
tedesca IT10DE10=TWEB si attesta così in area 165 punti base,
un paio di tick oltre la chiusura precedente.
 
============================== 12,30 ==========================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO    FGBLM1    124,33   (-0,09)            
FUTURES BTP  GIUGNO    FBTPM1    110,06   (-0,14)            
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=TT     98,25   (-0,01)      2,909%
BTP 10 ANNI (SET 21) IT10YT=TT   100,50   (-0,26)      4,742%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=RR*   93,79   (-0,17)      5,498%
 * prezzo e rendimento da schermi Reuters in assenza di
scambi su Mts
======================= SPREAD (PB) =======================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5         4                  4 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3       111                112 
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       163                163 
- livelli minimi/massimi           161,4-167,3       155,4-163,3
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      165,4              163,4
 - livelli minimo/massimo          15x,x-166,6       156,8-163,6
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       185                185 
BTP 2/10 ANNI                         183,3              180,9
BTP 10/30 ANNI                         --                 75,4
===============================================================