Decreto sviluppo, diritto superficie spiagge scende a 20 anni

venerdì 13 maggio 2011 15:04
 

ROMA/BRUXELLES, 13 maggio (Reuters) - Scende da 90 a 20 anni il diritto di superficie per la gestione delle strutture turistiche che sorgono sulle spiagge e il suo rilascio avverrà nel rispetto dei principi comunitari.

Lo riferisce una fonte governativa illustrando la versione definitiva del decreto sviluppo, che sarà pubblicato questa sera in Gazzetta ufficiale. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha imposto al governo di rivedere il nuovo regime concessorio per superare le obiezioni della Commissione europea. Bruxelles tra l'altro contesta da tempo anche la disciplina finora in vigore perché viola la direttiva Bolkenstein del 2006 sulla liberalizzazione dei servizi.

La portavoce del commissario europeo al Mercato interno, Michel Barnier, ha oggi spiegato che le direttive europee non stabiliscono una durata specifica delle concessioni. Tuttavia, la portavoce ha aggiunto che tra Italia e Commissione è in discussione "l'iter per le aste pubbliche e il fatto che i diritti di concessione siano rinnovati automaticamente".