Banche centrali guardano a volatilità commodity, prezzi- Trichet

lunedì 9 maggio 2011 14:23
 

BASILEA, 9 maggio (Reuters) - I banchieri centrali delle principali aree economiche mondiali tornano a esprimere preoccupazione sulla volatilità che ha di recente caratterizzato il mercato delle commodities, di cui va meglio valutata la ricaduta sull'inflazione in una fase in cui alcune economie emergenti potrebbero mostrare segnali di surriscaldamento.

Parlando a nome della Banca per i regolamenti internazionali, il presidente Bce Jean-Claude Trichet dichiara inoltre che i banchieri nella riunione odierna non hanno discusso approfonditamente delle difficoltà di bilancio della Grecia ma l'idea generale è che per molte delle economie evanzate sia necessario un riordino dei conti pubblici.

"Abbiamo naturalmente messo in relazione il potenziale surriscaldamento di mercati emergenti con la generalizzata ripresa che si conferma a livello globale" dice Trichet al termine della riunione Bri.

"C'è il problema dei prezzi di commodity, greggio ed energia, con il livello di volatilità visto di recente... lo riteniamo una questione di grande rilevanza, dal forte impatto sull'inflazione a livello mondiale".