5 maggio 2011 / 14:58 / 6 anni fa

Lavoro, Tremonti favorevole a ridurre numero contratti

ROMA, 5 maggio (Reuters) - Il ministro dell‘Economia, Giulio Tremonti, si dice favorevole a ragionare sulla possibilità di ridurre le tipologie contrattuali attualmente vigenti in Italia.

Intervenendo alla presentazione di un libro sulla precarietà nel mondo del lavoro pubblicato da una deputata del Pd, Tremonti ha detto: “Penso che ragionare sulle tipologie contrattuali abbia senso. Il criterio della riduzione, non ho idea di dove porti, ma ha senso”.

Poco prima, il segretario generale della Cgil Susanna Camusso, che con Tremonti presentava il libro, aveva lamentato l‘esistenza in Italia di oltre trenta tipi di contratti che contribuiscono alla precarietà, soprattutto dei giovani.

“Posso prendere l‘impegno a considerare di ridurre i tipi di contratto, ma mi aspetterei un impegno non retorico sul Mezzogiorno”, ha precisato Tremonti riferendosi all‘impegno che anche i sindacati dovrebbero profondere per risollevare il Sud d‘Italia: “Non è questione di soldi, i soldi ci sono”.

Il ministro ha poi rivendicato i risultati raggiunti dal governo per tenere sotto controllo il bilancio, la coesione sociale e il sistema produttivo, invitando il sindacato a non avere una visione “manichea”. “Non si può negare al governo una cifra etica e politica nella gestione della realtà [...]. Dobbiamo fare di più, ma non accetto questa idea di declino del Paese”.

Tremonti ha ricordato la lotta del governo all‘evasione fiscale, con il recupero di 25 miliardi fra Inps e Agenzia delle Entrate e recuperi a vario titolo e ha ribadito la sua contrarietà alla introduzione di una patrimoniale, sostenuta da Camusso per avere una migliore redistribuzione della ricchezza.

“La patrimoniale fu introdotta nel 1948 e non funzionò nonostante la ricchezza fosse fissa sul territorio. Oggi le grandi fortune non sono presenti sul territorio quindi vai a tassare i Bot e la casa dei poveri e delle famiglie. Se l‘obiettivo è quello di avere un assetto fiscale più giusto, è un obiettivo comune, ma la patrimoniale è frutto di una ideologia del passato”.

“Tassare la casa e i Bot dubito che sia la cosa più efficace per tirar su soldi”, ha precisato prima di lasciare la sala.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below