Portogallo,raggiunto accordo piano salvataggio Ue/Fmi per 78 mld

mercoledì 4 maggio 2011 08:38
 

LISBONA, 4 maggio (Reuters) - Il Portogallo ha raggiunto ieri sera un accordo sull'atteso piano di salvataggio triennale da 78 miliardi di euro con l'Unione europea e il Fondo monetario internazionaleì, diventando così il terzo paese della zona euro in un anno, dopo Irlanda e Grecia, ad aver avuto bisogno di un aiuto finanziario.

Pochi i dettagli forniti, se non che il Portogallo ha detto di aver più tempo per raggiungere gli obiettivi di deficit di bilancio di quanto precedentemente promesso dal governo, ha detto il primo ministro ad interim Jose Socrates: "Non esistono programmi di sostegno finanziario che non siano esigenti" ha detto.

L'accordo è più complicato di quello raggiunto dall'Irlanda da 85 miliardi di euro nel novembre scorso o di quello della Grecia da 110 miliardi di euro concordato il 2 maggio 2010.

Il Portogallo da parte sua ha elevato debito del settore pubblico, problemi bancari e strutturali carenze economiche, con un rigido mercato del lavoro e un costoso sistema pensionistico statale.

"Il piano di salvataggio portoghese non è certo sufficiente" dice Greg Salvaggio, vice presidente di Tempus Consulting a Washington. "E' molto simile alla situazione in Grecia lo scorso anno che si è rilevato essere solo un cerotto. Se si guarda ai piani messi in atto per la Grecia, per l'Irlanda, e ora per il Portogallo, nessuno di loro realmente ha affrontato i fondamentali sottostanti, che sono la causa del problema" ha detto Salvaggio.

Il Portogallo ha anche in programma le elezioni parlamentari il prossimo 5 giugno dopo che il precedente governo è crollato quando i suoi piani per le misure di austerità sono stati bocciati dal Parlamento.

Avere un vuoto politico significa che UE e FMI hanno negoziato un accordo con politici in cerca di rielezione. Il governo ad interim dovrà ottenere l'approvazione dei principali partiti di opposizione prima di accettare qualsiasi accordo di salvataggio. Ma anche allora, c'è il rischio che il pacchetto non venga approvato da tutti i 17 paesi della zona euro.

In Finlandia per esempio ci sono forti opposizioni al pinaodisalvataggio.

Pochi sono i dettagli circa il piano di salvataggio.   Continua...