Libia, Berlusconi: Italia non bombarderà,facciamo già abbastanza

venerdì 15 aprile 2011 12:00
 

ROMA, 15 aprile (Reuters) - L'impegno militare dell'Italia in Libia non cambierà e non ci saranno bombardamenti contro l'ex colonia nord africana.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel corso del consiglio dei ministri, secondo quanto riferito da una fonte.

Il premier, dicendosi contrario alla possibilità di bombardamenti ha aggiunto "facciamo già abbastanza" ricordando, fra l'altro, come la Libia sia stata una colonia italiana e, a maggior ragione, Roma non può bombardare.

La linea del governo è stata confermata al termine della riunione di governo, dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa: "Proseguiamo con l'attività fatta finora. L'intero governo è stato concorde nel ritenere che l'attuale linea dell'Italia sia quella giusta e non pensiamo a una modifica del nostro apporto alle operazioni militari in Libia".