Italia, crescita chiave per calo debito, recupero crisi - Draghi

mercoledì 13 aprile 2011 16:19
 

TORINO, 13 aprile (Reuters) - E' la crescita il fattore cruciale per l'Italia sia per ridurre il debito con il nuovo ritmo imposto dall'Unione europea, sia per recuperare il terreno perso con la crisi finanziaria.

Lo ha sottolineato Mario Draghi, governatore della Banca d'Italia e membro del consiglio governativo della Bce, in occasione dell'apertura della Biennale della Democrazia.

"La riduzione del debito richiesta all'Italia [secondo le nuove norme europee] non è drammatica se il Paese cresce al 2%", ha sottolineato Draghi.

Secondo il Patto di stabilità riformato, che deve essere approvato dal Parlamento europeo dopo l'ok del consiglio europeo, i paesi con debito oltre il 60% del Pil dovranno ridurre l'eccedenza di un ventesimo all'anno.

Parlando del settore bancario, Draghi ha ripetuto di essere soddisfatto degli aumenti di capitale recentemente annunciati da alcune delle maggiori banche italiane, tra cui Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) e Monte dei Paschi (BMPS.MI: Quotazione).

(Francesca Landini)