Btp in rialzo, spread sotto 130 pb, giù rendimenti in asta Bot

martedì 12 aprile 2011 12:52
 

 MILANO, 12 aprile (Reuters) - Debito italiano in rialzo
nella mattinata in cui il Tesoro ha collocato 7,5 miliardi di
euro di Bot a 12 mesi e lo spread su Bund - per la prima volta
dallo scorso 27 ottobre - scende sotto la soglia dei 130 punti
base.
 "Il recupero del debito italiano continua, approfittando
della divisione ormai sempre più segnata in Europa tra Italia,
Spagna e Belgio da un parte e Portogallo, Irlanda e Grecia
dall'altra", commenta un trader da Milano.
 Pur con una carta tedesca in recupero rispetto alle ultime
sedute (il rendimento sul decennale tiene, almeno per ora, quota
3,5%, grazie anche alla notizia dell'innalzamento dell'allarme
nucleare in Giappone al livello massimo), il differenziale di
rendimento tra Btp e Bund decennali, su piattaforma Tradeweb
IT10YT=TWEB DE10YT=TWEB, si è spinto stamane fino ad un
minimo di di 129,2 punti base: solo un mese fa quotava sopra i
180 punti base.
 "Il mercato è oggetitvamente tranquillo, è un fatto che la
spculazione che ci aveva tormentato dopo i bailout di Grecia e
Irlanda, con il salvataggio del Portogallo finora non si è
vista", nota il trader.
 A fine mattinata lo spread si conferma in area 129-130 pb
contro i 131 pb di ieri in chiusura.
 "Oggi si vede un po' di flattening sul brevissimo, fino alla
scadenza 2012, il resto della curva rimane sostanzialmente
fermo, anche se continuo a ritenere il trentennale italiano
conveniente rispetto all'Europa", commenta ancora il trader.
 ASTA BOT, DOMANDA SOLIDA E RENDIMENTI IN CALO
 In asta, il rendimento del titolo a breve italiano è sceso
all'1,980% dal 2,098% del mese scorso, facendo segnare il
ritorno sui minimi da febbraio. In aumento invece il rapporto di
copertura, a 1,726 da 1,429 dell'asta di marzo.
 "L'asta è andata bene, con un domanda forte", spiega lo
strategist di Unicredit Elia Lattuga. "Nell'ultimo mese i Bot
hanno performato molto bene ma, nonostante il livello dei tassi
meno interessante rispetto all'asta di marzo, l'appetito del
mercato verso i titoli a breve resta alto, trovandoci ormai in
un contesto di restrizione monetaria".
 Da sottolineare comunque che l'offerta netta è stata
negativa, arrivando a scadenza - in concomitanza con l'asta
odierna - Bot per 8,5 miliardi, un miliardo in più di quelli
collocati.
 Conclusa senza sorprese anche l'asta a breve greca di oggi:
Atene ha collocato 1,625 miliardi di euro a sei mesi con un
bid-to-cover che si conferma solido: a 3,81 da 3,6 precedente.
 In aumento - seppur mariginale - il rendimento: 4,80%,
cinque punti base sopra quello dell'asta di marzo.
 
============================= 12,45 ===========================
                                PREZZI   VAR.     RENDIMENTO
FUTURES BUND GIUGNO    FGBLM1    120,21  (+0,31)            
FUTURES BTP  GIUGNO    FBTPM1    109,42  (+0,40)            
BTP 2 ANNI (GIU 13)  IT2YT=RR*    98,34  (-0,09)      2,813%
BTP 10 ANNI (MAR 21) IT10YT=TT    93,22  (+0,29)      4,665%
BTP 30 ANNI (SET 40) IT30YT=TT    93,80  (+0,82)      5,497% 
 
* Da schermi Reuters in assenza scambi su Mts
======================= SPREAD (PB) ===========================
                                             ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5        11                 12
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3        92                 91
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5       119                121
-livelli minimo/massimo           117,8-122,8        120,0-125,1
BTP/BUND 10 ANNI IT10DE10=TWEB      130                131
-livelli minimo/massimo           129,2-132,9        130,5-135,0
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7       153                155 
BTP 2/10 ANNI                          --                185,5
BTP 10/30 ANNI                         83,2               85,3
===============================================================