Crisi, 39% aziende in condizioni potenziali distressed - report

giovedì 7 aprile 2011 16:13
 

MILANO, 7 aprile (Reuters) - Il 39% delle aziende italiane con ricavi compresi fra 20 e 200 milioni di euro è in condizioni potenzialmente distressed.

E' quanto emerge dal rapporto 'Turnaround Monitor 2004-2010', realizzato dall'Osservatorio Tam dell'Università Carlo Cattaneo di Castellanza, nato grazie al contributo dell'operatore di private equity, focalizzato sulle special situations, Orlando Italy.

Su un campione di 7.793 imprese, si legge in un comunicato, con volumi di ricavi 2009 compresi fra 20 e 200 milioni, il 39% è in potenziali condizioni distressed, ovvero con un rapporto debito/Ebitda superiore a cinque volte. Di queste, il 4% è risultato non in grado di far fronte al pagamento degli interessi.

Nonostante le crescenti difficoltà delle aziende, il segmento del turnaround in Italia rappresenta appena il 5% circa degli investimenti di private equity realizzati fra il 2004 e il 2010.