Immigrati, Francia Paese amico, bisogna trovare intesa -La Russa

giovedì 7 aprile 2011 14:16
 

ROMA, 7 aprile (Reuters) - Nonostante le frizioni di questi giorni, è necessario che l'Italia trovi una intesa con "l'amica" Francia sulla questione degli immigrati Nord africani che arrivano a migliaia dalla Tunisia sbarcando sulle coste italiane.

Lo ha detto il ministro della Difesa Ignazio La Russa dopo che stamani il capo del Viminale, Roberto Maroni, aveva definito "ostile" la posizione della Francia che respinge alle frontiere i migranti provenienti dall'Italia.

"La Francia è un Paese amico con il quale bisognerà trovare una linea di intesa. Ho appena parlato con il ministro della Difesa francese per gli aspetti militari ed è stato un colloquio cordiale, ci siamo detti che ci vedremo", ha risposto La Russa a chi gli chiedeva come valutasse la posizione di Parigi secondo cui anche se l'Italia munirà gli immigrati di un permesso di circolazione temporaneo valido per l'area Shengen, non sarà comunque consentito loro di entrare in territorio francese.

A chi chiedeva se si troverà un accordo, il ministro ha risposto: "E' quello a cui miriamo".

Il 26 aprile a Roma è previsto un bilaterale Italia-Francia.