Portogallo, a Ue non ancora giunta richiesta aiuto,attesa presto

giovedì 7 aprile 2011 12:58
 

BRUXELLES, 7 aprile (Reuters) - La Commissione europea non ha ancora ricevuto una richiesta formale del Portogallo di sostegno finanziario, ma si aspetta che accada presto.

"La richiesta formale la stiamo aspettando a breve. Non dirò cosa esattamente voglia dire questo 'a breve' perchè è una domanda che deve essere posta alle autorità portoghesi", ha detto il portavoce della Commissione Amadeu Altafaj.

"Ieri abbiamo avuto il primo annuncio politico da parte del primo ministro (portoghese) sulla direzione che sta prendendo il paese su questo tema", ha proseguito il portavoce dicendosi certo che "non ci vorrà molto" perchè arrivi la richiesta formale.

Ieri a sorpresa, dopo giorni di smentite, il Portogallo ha fatto domanda per gli aiuti finanziari internazionali, aggiungendosi alla lista già formata da Grecia e Irlanda. Il premier dimissionario Socrates ha affermato in un messaggio televisivo che la bocciatura parlamentare, il mese socrso, delle misure addizionali di austerità presentate dal suo governo ha aggravato la situazione finanziaria del paese, rendendo la richiesta di sostegno "inevitabile". Socrates non ha parlato di cifre, ma fonti della zona euro indicano 60-80 miliardi in tre anni da Ue e Fmi.

Da Berlino il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble ha detto che l'aiuto può essere concesso solo nel contesto di un programma di riforme per cui occorreranno due-tre settimane. La questione sarà discussa questo venerdì all'Eurogruppo di Budapest.