Portogallo, governo smentisce voci trattativa con Ue per aiuti

mercoledì 6 aprile 2011 13:47
 

LISBONA, 6 marzo (Reuters) - Il governo portoghese è intervenuto per smentire le indiscrezioni di stampa su colloqui in corso con l'Unione europea per la gestione delle esigenze immediate di finanziamento del paese.

"Sono voci infondate, non ci sono trattative, nè formali nè informali" ha detto un portavoce dell'esecutivo, attualmente in carica per la gestione ordinaria, dopo le recenti dimissioni, fino alle elezioni di giugno.

Intanto il ministero delle Finanze assicura che il Portogallo adotterà tutte le misure possibili per garantire la liquidità e il finanziamento dell'economia, dopo che le aste a breve di stamane hanno mostrato un netto rialzo del costo del debito.

Il ministero ha spiegato che la bocciatura parlamentare, il mese scorso, del piano di austerità del governo "ha causato un danno irreparabile" che si riflette negli attuali tassi record sul debito che il Portogallo deve sopportare.

Il governo - prosegue la nota del ministero delle Finanze- è in grado di adempiere ai propri obblighi finanziari ed è in contatto permanente con la Banca del Portogallo sulla situazione del sistema bancario nazionale.