Fmi, misure su Parmalat contro regole Ue - Strauss-Khan a stampa

mercoledì 6 aprile 2011 07:38
 

MILANO, 6 aprile (Reuters) - Le misure che il governo italiano sta preparando a difesa di Parmalat (PLT.MI: Quotazione) "sono contro le regole dell'Unione Europea" secondo le quali "al suo interno non si possono creare ostacoli agli investimenti".

Lo ha detto il direttore del Fondo monetario internazionale Dominique Strauss-Khan in un'intervista al quotidiano La Repubblica di stamane.

Strauss-Khan, il giorno prima della probabile decisione della Bce di alzare il tasso di riferiemento dall'attuale minimo storico su cui è fermo dal maggio 2009, dice che "la Bce farà quel che ritiene giusto in vista del suo obbiettivo di inflazione". "Certo un aumento dei tassi non aiuterà la crescita - riporta il giornale - ma non credo che il cambio sia in ostacolo di rilievo. La Germania è la prova che si può essere competitivi anche a 1,40/1,60" [euro contro dollaro].

Quanato alle preoccupazioni dei mercati per la situazione del Portogallo il direttore Fmi ha detto che in quel caso "la situazione è diversa da quella della Spagna, non solo per via del debito pubblico, ma per i debiti del settore privato, banche e imprese. Tocca al governo portighese dimostrare ai mercati che sta prendendo le misure giuste".